Contenuto sponsorizzato

Orsi, quattro cucciolate accertate in Trentino, ecco la mappa degli avvistamenti

 

Gli orsi temono e tendono ad evitare gli uomini, ma  è necessario conoscere le norme di precauzione, in quanto esistono esemplari che possono manifestare comportamenti aggressivi, soprattutto nei casi in cui viene percepita una minaccia nei confronti della prole

Di Martina Lucia Zambelli, Liceo Prati - 18 maggio 2018 - 19:06

TRENTO. Sono tre, o forse persino 4, le cucciolate accertate in Trentino, più specificamente nelle Valli d’Algone e D’Ambiez: un risultato eccezionale, indice dell’idoneità delle montagne trentine nei confronti della specie, reintrodotta sia per aumentare la variabilità genetica dei pochi esemplari ancora presenti, che per tutelare la biodiversità del territorio.

 

 

Gli orsi temono e tendono ad evitare gli uomini, ma  è necessario conoscere le norme di precauzione, in quanto esistono esemplari che possono manifestare comportamenti aggressivi, soprattutto nei casi in cui viene percepita una minaccia nei confronti della prole.

 

È consigliabile dunque prestare attenzione e far percepire la propria presenza nei boschi, per esempio parlando ad alta voce. In caso, però, di un incontro ravvicinato, si deve restare fermi e parlare con tono calmo, a meno che l’orso, dopo aver avvertito la nostra presenza, non resti fermo: in tal caso ci si deve allontanare lentamente.

 

Nello sfortunato caso in cui avvenga un attacco con contatto fisico, le azioni da svolgere sono le seguenti: stendersi sul suolo a testa in giù, intrecciare le dita delle mani e porle sulla nuca, proteggendo il capo, e restare immobili, senza dare segni di agitazione. Sul sito dedicato ai Grandi Carnivori ( https://grandicarnivori.provincia.tn.it/Orse-con-piccoli ), si può visionare la mappa del Trentino, aggiornata in tempo reale, in base alle segnalazioni di presenze di femmine di orso. 


Ovviamente la mappa, per i limiti che i sistemi di monitoraggio presentano, non è funzionale ad indicare le zone in cui non sono presenti gli esemplari femminili, bensì a fornire una preparazione ad un possibile incontro nelle zone evidenziate.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 05:01

La prorettrice di Unitn Barbara Poggio: “Le ricerche dimostrano che aumentare i servizi e ridurre i costi degli stessi funzionano meglio degli aiuti economici diretti”. La misura non piace nemmeno ai sindacati: “Le persone decidono di farsi una famiglia se hanno un buon lavoro non per delle vaghe promesse propagandistiche”

14 dicembre - 20:09

Per la Lega abolizione della caccia Lombardia attribuire la responsabilità (se di responsabilità si parla) dell'accaduto all'ungulato è sbagliato. Come sbagliate sono le strategie di contenimento di questi animali: ''Non a caso in oltre trent’anni di gestione del problema da parte dei cacciatori, questa specie in Italia è aumentata in maniera esponenziale''

14 dicembre - 19:05

Il 14 dicembre dello scorso anno Antonio Megalizzi 29 anni, giornalista, è stato ucciso da un proiettile esploso a Strasburgo, tre giorni prima, in un mercatino di Natale, da un terrorista. Oggi tante iniziative per ricordarlo. In radio una maratona per Antonio e l'amico Bartosz

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato