Contenuto sponsorizzato

Paura a Ledro, un uomo in ospedale per essere stato punto da diverse vespe

E' successo poco prima delle 13 lungo il sentiero della Madonnina. Dopo le Palafitte l'uomo è stato punto da alcune vespe e ha iniziato a sentirsi male. In azione il Soccorso alpino e l'elicottero

Pubblicato il - 19 August 2018 - 18:32

LEDRO. Tanta paura poco prima delle 13 in Val di Ledro, un uomo è stato punto da diverse vespe ed è stato trasportato all'ospedale.

 

E' successo lungo il sentiero della Madonnina, a Molina: l'uomo era in passeggiata in compagnia della moglie, quando poco dopo le Palafitte è stato punto da uno sciame di vespe.

 

A quel punto la coppia è ritornata indietro fino alla strada asfaltata, ma l'uomo ha iniziato a sentirsi male per il gonfiore delle punture, ma anche perché ha iniziato ad avvertire alcune difficoltà respiratorie.

 

Gli escursionisti tedeschi hanno telefonato in albergo per chiedere aiuto e il personale della struttura ricettiva ha subito allertato i soccorsi.

 

Sul posto si sono immediatamente portati gli uomini del Soccorso alpino dell'area Trentino meridionale.

 

Una volta raggiunto l'uomo e prestato le cure del caso, la squadra del Soccorso alpino ha allertato l'elicottero.

 

L'uomo è stato trasportato all'ospedale di Rovereto per accertamenti e approfondimenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 January - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

16 January - 08:26

Il Trentino è "Zona Gialla" e Fugatti ha firmato una nuova ordinanza. Bar e ristoranti potranno tenere aperto fino alle 18. Non si potranno varcare i confini provinciali 

16 January - 07:51

La collega che si trovava con lui ha immediatamente dato l'allarme e quando sono arrivati i sanitari sul posto Lorenzo era in arresto cardiaco. Inutili purtroppo i tentativi di rianimazione 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato