Contenuto sponsorizzato

Perde il controllo della bici e sbatte la testa sull'asfalto, 33enne trasportato in elicottero all'ospedale

E' successo a Fontanazzo lungo la strada statale 48, quando all'altezza dell'abitato, un uomo di 33 anni ha perso il controllo della bici per cadere violentemente a terra e sbattere la testa sull'asfalto

Pubblicato il - 10 agosto 2018 - 13:20

MAZZIN. Grave incidente poco prima di mezzogiorno in Val di Fassa, quando un ciclista è finito a terra.

 

E' successo a Fontanazzo lungo la strada statale 48, quando all'altezza dell'abitato, un uomo di 33 anni ha perso il controllo della bici per cadere violentemente a terra e sbattere la testa sull'asfalto.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, due ambulanze della Croce rossa e l'elicottero, oltre alla polizia della Val di Fassa per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico. 

 

Le forze dell'ordine hanno inoltre messo in sicurezza l'area, mentre il personale sanitario si preoccupato di stabilizzare il ferito.

 

Fortunatamente il caschetto ha evitato conseguenze peggiori e dopo le prime cure, l'uomo è stato trasportato in elicottero all'ospedale Santa Chiara di Trento per accertamenti e approfondimenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 12:37

Il presidente del Forum Trentino per la Pace e i diritti umani (organismo “consulente” della Giunta e del Consiglio Provinciale) manda una lettera all'assessore all'istruzione e cultura per chiedergli di non far saltare quell'importante attività di educazione alla cittadinanza attiva che per tanti giovani è stata anche una delle prime esperienze lavorative: ''Credo non solo debba essere garantito nei suoi progetti ma addirittura rafforzato''

25 maggio - 09:15

E' successo nel pomeriggio di ieri vicino alla diga del Vajont. Lo schianto è avvenuto in galleria

25 maggio - 06:01

Ci auguriamo che non ci sia una ''prossima volta'' parlando di epidemie e che quindi questa sia solo un'uscita infelice di Segnana, l'attacco a un organismo professionale che in questi mesi non si è risparmiato per cercare di risolvere le criticità, senza magari tutti quegli elementi in mano alla task force e l'esecutivo, appare davvero ingeneroso

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato