Contenuto sponsorizzato

Scivola mentre attraversa il ghiacciaio Presena. Gravissimo un 33enne trasportato al Santa Chiara

Il ragazzo si trovava con l'amico sul Presena quando è scivolato per 50 metri. Sul posto sono intervenuti  il soccorso alpino e i sanitari 

Pubblicato il - 29 luglio 2018 - 09:33

VERMIGLIO. E' stato trasportato in gravissime condizioni all'ospedale Santa Chiara il giovane di 33 anni che nelle prime ore di questa mattina è scivolato mentre stava attraversando il ghiacciaio del Presena.

 

L'incidente è avvenuto poco dopo le 5. Il ragazzo, assieme ad un amico, era partito per attraversare la cresta nord est del Presena. Ad un certo punto, mentre si trovavano a metà del ghiacciaio il 33enne è scivolato per oltre 50 metri.

 

L'amico, accortosi immediatamente della gravità della situazione ha cercato di chiamare aiuto urlando visto che sul posto non funzionava il cellulare. Alcune persone che si trovavano non molto distanti dall'incidente hanno sentito le urla ed hanno immediatamente dato l'allarme.

 

Sul posto è intervenuto il soccorso alpino Trentino occidentale con l'elicottero assieme ai sanitari. Il ragazzo, in condizioni molto gravi con diversi traumi, è stato trasportato all'ospedale Santa Chiara.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 11:55

Secondo la fondazione Gimbe, nella settimana che va dal 17 al 23 febbraio, la Provincia di Trento ha registrato un incremento percentuale dei casi totali di contagio da SARS-CoV-2 del 5,6%. Nel frattempo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie conferma la zona “rosso scuro”

25 febbraio - 10:39

Una situazione che si è presentata diverse volte in questi primi giorni di apertura, alternandosi ad altri momenti in cui il via vai di persone è stato più rapido. In generale però gli anziani che attendono di sentire il loro nome per entrare nel capannone sono costretti ad aspettare all'esterno (alcuni seduti, molti in piedi), causando non poche difficoltà

24 febbraio - 19:51

L'iniziativa è partita da un progetto lanciato dal Centro Servizi Volontariato che ha poi visto coinvolti Lilt e Hospice. Protagonisti gli studenti del Centro Moda Canossa, l'istituto Vittoria e gli Artigianelli. Sono stati progettati delle felpe e dei borselli per diversi usi che verranno donati ai giovani malati di cancro

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato