Contenuto sponsorizzato

Spaccia a Trento droga e Rivotril, i carabinieri arrestano un 38enne

L'uomo è stato trovato in possesso di hashish, marijuana e un farmaco, Rivotril, che se associato all'alcol, ha effetti simili all'eroina

Pubblicato il - 12 febbraio 2018 - 14:42

TRENTO. Dovrà rispondere del reato di detenzione di sostanze stupefacenti il 38enne marocchino che è stato tratto in arresto dai carabinieri di Trento nell'ultimo fine settimana.

 

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trento lo hanno sorpreso in un atteggiamento sospetto. Dopo averlo sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso, oltre che di una somma contante ritenuta provento di spaccio e di materiale da taglio e confezionamento, di più sostanze stupefacenti: hashish, marijuana e un farmaco, noto per i suoi effetti simili a quelli derivanti dall’uso di eroina.

 

L’immediato controllo ha fatto si che l’attività del reo si interrompesse ed è stato infine arrestato. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

13 novembre - 12:44

A esprimere forti perplessità sull'operazione i territori. E arriva la presa di posizione, pubblica, di Simone Santuari, presidente della comunità valle di Cembra a rappresentare anche le preoccupazioni di molti sindaci. Santuari: "Lavoriamo a consolidare il rapporto tra la valle di Cembra e la Rotaliana per cercare di costruire un percorso tra le due Comunità"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato