Contenuto sponsorizzato

Tenta di entrare in casa di una donna dalla finestra e aggredisce i carabinieri. Un 29enne arrestato in centro a Trento

E' successo questa mattina. Il giovane è stato arrestato per reato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale

Pubblicato il - 21 novembre 2018 - 18:08

TRENTO. Cercava di entrare in casa di una giovane conoscente con atteggiamenti violenti e molesti e difronte ai carabinieri ha iniziato una colluttazione. A finire nei guai e in arresto per il reato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale è stato un 29enne, pregiudicato, tunisino.

 

Il fatto è successo questa mattina. Gli atteggiamenti violenti del ragazzo hanno raggiunto il culmine quando si è presentato per la terza volta a casa della giovane conoscente marocchina che gli rifiutava l’accesso all’interno della sua abitazione ubicata nel centro di Trento.

 

A quel punto, il tunisino mentre tentava di danneggiare una finestra per aprirsi un varco di entrata veniva fermato dai militari che nel frattempo su richiesta telefonica della donna erano giunti sul posto. Tra i carabinieri e il 29enne è iniziata una colluttazione a seguito della quale i due militari hanno riportavano lievi lesioni.

 

L’ uomo è stato comunque bloccato e tratto in arresto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 19:39

Ci sono 5.412 casi e 465 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 703 (tutti letti da Apss) per un rapporto contagi/tampone a 1,70%. Ci sono 4 nuovi positivi a Trento, 1 a Novella

26 maggio - 19:37

Per il Tirolo il problema per la riapertura dei confini è la Lombardia? La replica di Fugatti: “Non capiamo perché i tedeschi possano arrivare attraverso il corridoio austriaco ma non possano arrivare gli austriaci, questo è difficile da spiegare al mondo economico trentino”

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato