Contenuto sponsorizzato

Un nido di calabroni grande come un pallone in un giardino di Mori, intervengono i vigili del fuoco

Gli insetti avevano scelto una casetta per gli attrezzi per costruire la loro ''casa''. Vista la loro pericolosità i residenti hanno chiamato i pompieri che sono intervenuti all'imbrunire 

Pubblicato il - 11 luglio 2018 - 11:19

MORI. Era grande come un pallone da calcio: un grande nido di calabroni posizionato nel giardino di una casa di Mori sotto il tetto di una piccola costruzione per contenere gli attrezzi esterni. Ad accorgersi i proprietari dell'abitazione che domenica sera, durante una cena all'aperto, hanno notato un sospetto viavai di grossi calabroni attorno alla baracca. Hanno atteso la luce del giorno per capire cosa attirava l'attenzione degli insetti e hanno, così, notato il nido nel sottotetto. Hanno, quindi, subito contattato i vigili del fuoco di Mori che si sono recati sul posto.

 

 

All'imbrunire, dopo aver fatto le opportune verifiche, atteso che i calabroni si addormentassero, sono intervenuti armati di tute protettive integrali e hanno asportato la struttura. Un nido delle dimensioni di un pallone di calcio già ben costruito anche se questi ''contenitori'' possono raggiungere anche un metro di altezza e un diametro di 50 centimetri. Appaiono come vere e proprie piccole opere d'arte realizzate in genere nei fori degli alberi, nei comignoli, nei sottotetti, appunto, e costruite dai calabroni con un materiale che al tatto ricorda la carta, ottenuto dalla masticazione del legno impastato con la loro saliva

 

In casi come questo, se viene trovato un nido di calabroni o vespe si consiglia sempre di evitare gli interventi ''fai da te'' con fumo, fuoco o veleni vari ma è sempre meglio rivolgersi ai vigili del fuco o a ditte specializzate nella disinfestazione. Diverso il caso della presenza di alveari o sciami d'api. In quei casi sono gli stessi pompieri a rivolgersi ad apicoltori per ''salvare'' le api, insetti ormai preziosissimi e, purtroppo, sempre più a rischio. In quei casi lo sciame viene catturato e portato in luoghi sicuri e più consoni alla loro esistenza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 12:56

La neve caduta in grandi quantità e appesantita anche da pioggia e temperature in risalita è instabile in molte zone. I tecnici: ''Al di sopra dei 2200 m circa gli abbondanti accumuli di neve ventata degli ultimi giorni sono instabili. Queste possono distaccarsi già in seguito al passaggio di un singolo appassionato di sport invernali e, a livello isolato, raggiungere grandi dimensioni''

18 novembre - 12:33

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Visite ambulatoriali e prelievi potranno subire qualche disservizio". Nel frattempo i sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno proclamato un'assemblea sindacale per quanto riguarda le autonomie locali per venerdì 22 novembre dalle 9 alle 13 alla Sala della cooperazione in via Segantini a Trento

18 novembre - 12:38

Nel programma domenicale "Non è l'arena", condotto su La7 da Massimo Giletti, è andata in onda una discussione isterica sull'Alto Adige tra Vittorio Feltri e Michaela Biancofiore, decisamente poco utile alla causa della comprensione della realtà provinciale da parte del grande pubblico nazionale. Alla complessità si è preferita la cagnara, perché insulti e visi avvampati - conditi da gravi inesattezze storiche - fanno più audience

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato