Contenuto sponsorizzato

Allarme furti tra i cittadini, a Sardagna in poche ore tre case svaligiate

E' successo nella serata di mercoledì. Le forze dell'ordine si sono messe subito all'opera per riuscire ad individuare i ladri

Pubblicato il - 06 dicembre 2019 - 08:25

TRENTO. Finestre e porte distrutte e case messe a soqquadro. Interessa il sobborgo di Sardagna, questa volta, l'ondata di furti che è iniziata mercoledì pomeriggio. Ad essere state colpite sono almeno tre abitazioni.

 

Dalle informazioni raccolte dalle forze dell'ordine, i ladri sarebbero entrati in azione nel tardo pomeriggio, attorno alle 18, quando nelle abitazioni non era ancora presente nessuno. Con cacciavite, piede di porco e altri arnesi di scasso sono riusciti a forzare porte e finestre e ad entrare.

 

Il bottino non è stato di elevato valore. Sono stati portati via contanti e qualche gioiello. I danni alle abitazioni sono stati però elevati e soprattutto è rimasta la paura. Le forze dell'ordine hanno immediatamente avviato le indagini.

 

Intanto a rivolgere un appello ai residenti è anche Alberto Pedrotti, presidente della circoscrizione: "Serve massima attenzione nei giorni a venire: non fatevi remore nel chiamare le forze dell'ordine per eventuali movimenti sospetti".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 gennaio - 05:01

Una riforma che viene presentata e spiegata tra le elezioni amministrative. Magari un sindaco può anche essere d'accordo e un successore potrebbe trovarsi a incassare un iter iniziato da altri. Poi c'è la partita operatori. Tra scorporazioni e nuovi assetti si ipotizza uno spezzatino per arrivare a 10 Aziende per il turismo. Il punto di partenza sono 15 Apt e 5 Consorzi Pro loco. Il rischio è di non soddisfare nessuno e vedere nascere Pro loco ovunque

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato