Contenuto sponsorizzato

Allarme furti tra i cittadini, a Sardagna in poche ore tre case svaligiate

E' successo nella serata di mercoledì. Le forze dell'ordine si sono messe subito all'opera per riuscire ad individuare i ladri

Pubblicato il - 06 December 2019 - 08:25

TRENTO. Finestre e porte distrutte e case messe a soqquadro. Interessa il sobborgo di Sardagna, questa volta, l'ondata di furti che è iniziata mercoledì pomeriggio. Ad essere state colpite sono almeno tre abitazioni.

 

Dalle informazioni raccolte dalle forze dell'ordine, i ladri sarebbero entrati in azione nel tardo pomeriggio, attorno alle 18, quando nelle abitazioni non era ancora presente nessuno. Con cacciavite, piede di porco e altri arnesi di scasso sono riusciti a forzare porte e finestre e ad entrare.

 

Il bottino non è stato di elevato valore. Sono stati portati via contanti e qualche gioiello. I danni alle abitazioni sono stati però elevati e soprattutto è rimasta la paura. Le forze dell'ordine hanno immediatamente avviato le indagini.

 

Intanto a rivolgere un appello ai residenti è anche Alberto Pedrotti, presidente della circoscrizione: "Serve massima attenzione nei giorni a venire: non fatevi remore nel chiamare le forze dell'ordine per eventuali movimenti sospetti".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 January - 15:20

Enorme cordoglio in Trentino, così come in tutto il mondo alpinistico. Si è spento Cesare Maestri, il "Ragno delle Dolomiti"

19 January - 13:22

I compagni di uscita hanno immediatamente interessato il Numero unico per le emergenze, ma si sono anche subito dati da fare per localizzare l'amico. In azione anche l'elicottero e le unità del soccorso alpino. Gli sportivi tutti dotati di Artva, pala e sonda

19 January - 11:22

C'è un peggioramento per quanto riguarda la situazione negli ospedali. Oltre 7 mila test eseguiti in 24 ore tra tamponi molecolari e test antigenici. Sono 526 le vittime nella seconda ondata 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato