Contenuto sponsorizzato

Black out a Trento Nord, i pompieri liberano diverse persone intrappolate negli ascensori

L'allarme è scattato intorno alle 14, quando il custode del Dipartimento istruzione e cultura in via Gilli ha avvertito un scoppio, un forte rumore, e la centralina elettrica che salta

Pubblicato il - 13 aprile 2019 - 15:04

TRENTO. Black out a Trento nord nella zona di Centochiavi. Sono diverse le segnalazioni che sono arrivate anche a ildolomiti.it, l'area interessata riguarda in particolare via Guardini e via Gilli.

 

L'allarme è scattato intorno alle 14, quando il custode del Dipartimento istruzione e cultura in via Gilli ha avvertito un scoppio, un forte rumore, e la centralina elettrica che salta.

 

Da più di mezz'ora, infatti, molte abitazioni e attività commerciali che si trovano nella zona a nord della città sono senza energia elettrica, mentre sono rimasti bloccati anche gli ascensori. 

 

In particolare si è reso necessario l'intervento per liberare le persone intrappolate in quattro ascensori

 

Tempestivo l'intervento dei vigili del fuoco permanenti di Trento che sono riusciti a sbloccare le porte e portare fuori i residenti rimasti chiusi nell'ascensore. 

 

Nel frattempo sono all'opera pompieri e tecnici per riparare il guasto e riportare tutto alla normalità.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

25 aprile - 16:14

Un'auto nell'affrontare una curva prima dell'abitato di Nogarè ha stretto troppo la traiettoria per uscire di strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato