Contenuto sponsorizzato

Camminavano ubriachi sui binari, arrestati due fratelli la notte di Halloween

E' successo a Levico Terme questa notte. I due giovani hanno poi aggredito i militari insultandoli e minacciandoli di morte

Pubblicato il - 01 novembre 2019 - 16:21

LEVICO TERME. Non solo i bambini a fare ''dolcetto scherzetto''. La festa di Halloween si lascia alle spalle anche casi di incendi provocati da fuochi d'artificio e ''scherzetti'' troppo pesanti e casi di pesanti ubriacature. In particolare, in Valsugana, ieri sera i carabinieri sono stati allertati perché delle persone stavano camminando sui binari del treno, nei pressi della stazione ferroviaria di Levico Terme.

 

Giunti sul posto i militari dell'Arma hanno identificato due giovani fratelli di Borgo Valsugana (uno di 30 anni e l'altro di 24) che alla loro vista hanno iniziato ad inveirgli contro, minacciandoli di morte e cercando di colpirli, sferrando calci e pugni.

 

Capito che i due non erano tanto a piombo è stata chiamata sul posto una seconda pattuglia e solo grazie all'esperienza e alla professionalità dei carabinieri la situazione non è degenerata. I militari hanno riportato alla calma i due fratelli per poi arrestarli. A termine delle operazioni, gli stessi sono stati condotti presso il loro domicilio a disposizione dell’AG, in attesa della direttissima.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 19:33
Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 3 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.569 i guariti da inizio emergenza e 574 gli attuali positivi
30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato