Contenuto sponsorizzato

Paura nella notte al pronto soccorso dell'ospedale Santa Chiara, tre ubriachi cercano di entrare e aggrediscono il personale di sicurezza e i carabinieri

Due trentenni e un diciottenne si sono presentati al pronto soccorso dell’ospedale S. Chiara, in evidente stato di ubriachezza e incuranti degli orari di accesso e visita, hanno preteso di entrare. Prima hanno aggredito il personale di vigilanza e poi anche i carabinieri intervenuti sul posto. Alla fine sono stati bloccati e arrestati 

Di G.Fin - 19 ottobre 2021 - 10:33

TRENTO. Nella tarda serata di ieri, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Trento, supportati da personale della Polizia Locale di Trento Monte-Bondone, sono intervenuti al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Santa Chiara” dove hanno tratto in arresto due trentenni e un diciottenne, di cui due pluripregiudicati, che vistisi negato l’accesso al nosocomio dal personale di vigilanza, per fare visita a un parente ricoverato, hanno iniziato ad aggredire gli operatori.

 

I tre, tutti residenti a Trento, poco prima delle 22.30 si sono presentati al pronto soccorso dell’ospedale S. Chiara, in evidente stato di ubriachezza e incuranti degli orari di accesso e visita, hanno preteso di entrare. Visto un fermo rifiuto dall’addetto alla vigilanza, uno dei tre ha ritenuto di forzare la mano, passando alle vie di fatto e lo ha aggredito scaraventandolo contro il muro.

 

Immediata è stata la richiesta di intervento ai Carabinieri, che in breve sono giunti sul posto, riuscendo a immobilizzare l’aggressore, ma gli altri due -invece di comprendere la gravità dei fatti- hanno ritenuto di dovere intervenire, innescando una colluttazione con i militari, che nell’immediato ha consentito al fermato di fuggire, mentre gli aggressori venivano a loro volta posti in sicurezza e fatti salire sull’autovettura di servizio, per trasferirli in caserma.

 

Un equipaggio della Polizia Municipale, che si trovava in zona -percepita la situazione - è prontamente intervenuto a dare manforte ai militari, mentre le restanti unità in circuito stavano arrivando all’ospedale e congiuntamente hanno bloccato anche il terzo coinvolto. Nella colluttazione un militare ha riportato lievi lesioni.

 

I tre sono stati dichiarati in arresto per violenza, resistenza e lesioni aggravate a Pubblico Ufficiale, denunciati altresì per interruzione di un pubblico servizio e contravvenzionati amministrativamente per ubriachezza molesta. Questa mattina i tre arrestati verranno sottoposti a giudizio per direttissima.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 15:56
C'è preoccupazione per la risalita della curva epidemiologica. Il direttore generale dell'Apss: "Il sistema sanitario si trova sotto pressione e [...]
Cronaca
06 dicembre - 12:48
Focolaio nell’Rsa di Pergine Valsugana: 5 positivi fra gli ospiti e uno fra i sanitari. Il presidente: “La procedura di controllo è scattata [...]
Cronaca
06 dicembre - 12:15
Una cinquantina tra medici, tecnici, piloti e personale paramedico provenienti da Svizzera, Germania, Italia e Austria hanno partecipato a più [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato