Contenuto sponsorizzato

Chiusa la pista da ballo: troppe situazioni di pericolo per la comunità, per l’ordine pubblico e il buon costume

E' successo a Corvara in Badia per la sala da ballo dell'osteria ''L'Murin''. Il questore ha disposto la chiusura per 15 giorni dopo tante segnalazioni e i controlli dei carabinieri nella struttura

Pubblicato il - 11 febbraio 2019 - 13:44

CORVARA. Troppi reati ed episodi pericolosi legati alla frequentazione del locale e allora si chiude per quindici giorni. Lo ha deciso il questore di Bolzano Giuseppe Mangini per la sala da ballo dell'osteria ''L'Murin'' di Corvara in Badia. Il locale è  frequentato in massima parte da giovani del posto o lavoratori delle strutture ricettive della zona e da turisti di ritorno dalle piste da sci e con scadenza bisettimanale organizza quelle che vengono definite ''notti bianche'' con concerti ed eventi ad hoc. Per il questore, però, in troppi casi si sarebbero verificate situazioni di pericolo per la sicurezza dell’intera comunità, per l’ordine pubblico, la moralità pubblica ed il buon costume.

 

Il locale pubblico, spiega la questura di Bolzano, sarebbe anche oggetto di continue lamentele da parte degli abitanti della comunità montana, poiché i suoi avventori approfittano della copertura fornita dal muro di cinta dell’adiacente cimitero comunale per intrattenersi nelle ore notturne, abbandonando bicchieri usati, bottiglie di alcolici vuote, mozziconi di sigaretta ed immondizie di vario genere.

 

Tra la fine di dicembre e la metà del mese di gennaio scorsi sono stati riscontrati, poi, dalle forze dell'ordine degli episodi di crescente gravità. La notte del 2 gennaio, i carabinieri sono dovuti intervenire per una rissa tra sei persone, di cui una minorenne, tutte in stato di ubriachezza, con il ferimento di uno dei litiganti.

 

In occasione dell’ultima “notte bianca”, organizzata come di consueto tra lunedì e martedì, i militari dell'Arma hanno organizzato uno specifico servizio di controllo, con l’ausilio di un’unità cinofila e, all’atto del deflusso, hanno rinvenuto e sequestrato una bustina in nylon contenente 0,66 grammi di cocaina. Altre tracce dello stesso stupefacente sono state rilevate all’interno dei servizi igienici della sala da ballo, prove del fatto che all’interno dell’esercizio pubblico era stato fatto uso di sostanze stupefacenti “pesanti”.

 

Nel corso della stessa operazione sono state accertate e contestate alcune violazioni del codice della strada. Un automobilista particolarmente imprudente si è posto alla guida della sua auto in stato di ebbrezza, nonostante la massiccia presenza di operatori in uniforme ed è stato fermato e denunciato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 aprile - 12:03

Ieri la scoperta della polizia locale oggi emergono i dettagli dell'inchiesta: una ditta dell'Alta Valsugana aveva messo in piedi questo macabro business. I resti provenivano da cimiteri del Veneto

18 aprile - 06:01

Il critico d'arte sull'incendio: ''Tanti cantori di sventure pieni di dolore e sgomento per una cosa triste, ma fisiologica''. Sul palazzo delle Albere: ''Fondamentale riabilitarlo''

18 aprile - 07:27

Si tratta dei lavoratori che si occupavano dei pasti della residenza Fersina che restano a casa con la cessione dell'appalto di Dussman

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato