Contenuto sponsorizzato

Guidava senza aver mai conseguito la patente in Italia: rischia una sanzione fino ai 30.000 euro. Multato anche il proprietario del veicolo

L'uomo, un extracomunitario, l'aveva presa nel suo paese di origine ma in Italia non c'era mai riuscito. La polizia locale della Valle del Chiese ha fermato anche un mezzo Ncc senza assicurazione con a bordo degli sciatori

Pubblicato il - 11 dicembre 2019 - 11:28

VALLE DEL CHIESE. Due veicoli non assicurati, tra i quali un mezzo di noleggio con conducente, con a bordo clienti che rientravano dal fine settimana sugli sci e sanzioni molto salate. La polizia locale della Valle de Chiese sta intensificando controlli e verifiche, in questi giorni, lungo la statale del Caffaro, la 237, e quella della Val di Ledro, la 240 anche in considerazione dell'inizio della stagione turistica.

 

Nel caso del mezzo per il trasporto di più persone trovato senza assicurazione il veicolo è stato sequestrato ed ha ripreso il viaggio dopo alcune ore in seguito alla riattivazione della polizza.

 

Ancor più grave il comportamento di un cittadino extracomunitario residente in Valle del Chiese da anni senza patente. L'uomo l'aveva conseguita nel suo paese di origine ma non mai riuscito a conseguirla in Italia. Controllato da una pattuglia nell’ambito dei servizi di prevenzione alle violazioni del codice della strada si è ritrovato col veicolo sottoposto a fermo per tre mesi con una sanzione amministrativa da 5.110 euro a 30.660. Anche il proprietario del veicolo è stato sanzionato per incauto affidamento con un sanzione da 398 euro a 1595.

 

Nei prossimi giorni proseguirà l’attività di controllo che si focalizzerà sul rispetto dell’ordinanza che impone l’uso degli pneumatici invernali o catene a bordo su tutte le strade provinciali.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 05:01

L'ex rettore ha analizzato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss e ha scoperto che nella settimana conclusa lo scorso 10 gennaio, su 1471 "nuovi" contagi segnalati in Trentino, solo 624 si riferivano alla settimana considerata e ben 847 erano casi arretrati segnalati con grande ritardo. In questo modo verificando molto tardi gli antigenici con i molecolari, se risultano negativi spariscono dalle statistiche se risultano positivi non entrano nel conteggio della settimana corrente perché classificati "arretrati"

17 gennaio - 19:26

Sono 332 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 46 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi di cui 3 in ospedale

17 gennaio - 19:26

Mentre ci sono territori che vedono confermata in toto la loro fornitura il Trentino dimezza i suoi numeri. L'assessora: ''La campagna di vaccinazioni anti Covid in Trentino va avanti come previsto, per lo meno nell’immediato''. Domani il richiamo per i primi vaccinati del 27 dicembre

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato