Contenuto sponsorizzato

In arrivo temporali, grandine e vento, allerta della Protezione civile

Nel corso della giornata di oggi, venerdì 26 luglio, è previsto un graduale cedimento dell'alta pressione presente sul Trentino e la conseguenza è un aumento dell'instabilità atmosferica, che si protrarrà anche nei prossimi giorni

Pubblicato il - 26 July 2019 - 13:29

TRENTO. Il sistema di allerta della Protezione civile ha emesso un messaggio mirato. Nel corso della giornata di oggi, venerdì 26 luglio, è previsto un graduale cedimento dell'alta pressione presente sul Trentino e la conseguenza è un aumento dell'instabilità atmosferica, che si protrarrà anche nei prossimi giorni.

 

Tra sabato e domenica, inoltre, è previsto il rapido transito di una perturbazione di origine atlantica che porterà precipitazioni diffuse.


Domani, sabato 27, a partire dal pomeriggio, potranno verificarsi precipitazioni sparse, via via più estese nel corso della serata e della notte, con possibili fenomeni temporaleschi.

 

Mentre per domenica 28 luglio si prevede un'intensificazione dei fenomeni, soprattutto nel corso della notte e della mattinata, con un graduale esaurimento nel pomeriggio, a partire dai settori occidentali della nostra provincia.

 

È possibile seguire gli aggiornamenti del Bollettino probabilistico pubblicato quotidianamente alle 10 sul sito di Meteotrentino (Qui info). 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 January - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 January - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato