Contenuto sponsorizzato

In fiamme un mucchio di rifiuti nell'androne del palazzo, il fumo invade le scale: 19 portati in salvo, in 4 all'ospedale

Difficile intervento dei vigili del fuoco per l'incendio in via Maier. Un bambino e tre adulti portati al Santa Chiara. L'allarme lanciato da un volontario di passaggio dopo una serata in pizzeria

Pubblicato il - 17 aprile 2019 - 10:22

PERGINE. Fiamme in un condominio in via Maier, a Pergine, lunedì sera. Un rogo che pare si sia originato dalla combustione di una catasta di rifiuti nell'androne dell'edificio.

 

Ad accorgersi dell'incendio sarebbe stato un vigile del fuoco volontario di Pergine che usciva, dopo una serata in compagnia, proprio in quegli attimi da una vicina pizzeria. Immediato l'allarme e l'intervento (quello iniziale direttamente dell'esperto con un estintore). 

 

Quando sono arrivati sul posto i vigili del fuoco, i volontari di Pergine coordinati dal comandante Claudio Casagrande e i permanenti di Trento, si sono trovati di fronte a una situazione difficile: il fumo aveva riempito la tromba delle scale e reso l'aria irrespirabile.

 

Spaventati, i 19 componenti delle 9 famiglie straniere residenti nell'edificio, sono stati accompagnati su un balcone per evitare che respirassero del fumo e quindi, una volta liberate le scale dal fumo con un ventilatore, evacuati dal palazzo.

 

In strada c'erano ad attenderli i sanitari di Trentino emergenza che hanno controllato le loro condizioni di salute. Un bimbo e tre adulti sono stati portati all'ospedale Santa Chiara per accertamenti.

 

L'incendio, che non è chiaro se si sia originato autonomamente o se possa essere nato da una combustione volontaria dei rifiuti, è stato spento (l'intervento ha richiesto il lavoro di una decina di uomini). Ha purtroppo portato a scoprire una situazione di degrado all'interno dei nove mini appartamenti dell'edificio di via Maier. In alcune cucine ci sarebbero state anche delle bombole non a norma, rimosse.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 12:15

La Uil invita quindi il vescovo Lauro Tisi a valutare la possibile di cedere quel patrimonio che la curia non intende più utilizzare. Alotti: "Sarebbe un'ottima scelta dal punto di vista ambientale e sociale. Una soluzione per interrompere il consumo di suolo, incentivare i lavori di edilizia pubblica, le ristrutturazioni, e aumentare in modo rilevante l’offerta di alloggi"

23 settembre - 11:53

Ovunque si organizzano comitati intimoriti dall'arrivo della nuova tecnologia (anche a Dro dove sono state raccolte oltre 400 firme) e dal fatto che verranno installate nuove antenne per supportarla convinti che ciò aumenterà l'inquinamento elettromagnetico. In realtà è proprio il contrario. Ce lo spiegava l'ex direttore del nodo italiano degli Eit, Roberto Saracco, e ora lo spiega anche la principale associazione a tutela dei consumatori

23 settembre - 06:01

A Castello Tesino, venerdì sera, i tre sindaci della zona hanno organizzato una conferenza (molto partecipata a dimostrazione del fatto che la gente vuole essere informata) sul lupo ma non hanno avuto il supporto di nessun tecnico o assessore provinciale e, inconsapevolmente, hanno riportato anche alcune cose assurde (come che nella zona gli esemplari sarebbero ibridi, falsità totale) e alla fine la figura migliore l'ha fatta l'ex assessore Dallapiccola, presente in sala, che almeno ha portato la sua esperienza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato