Contenuto sponsorizzato

Scontro frontale sulla SP 232, pezzi d'auto su tutta la carreggiata. Feriti due ragazzi di 29 anni

E' successo questa mattina attorno alle 7.30. Sul posto ambulanza 118 di Cavalese, la Croce Rossa di Moena, l' auto medica, i carabinieri di Predazzo, vigili urbani e 12  vigili del fuoco del corpo di Ziano di Fiemme

Pubblicato il - 09 dicembre 2019 - 09:39

ZIANO DI FIEMME. Sono due i ragazzi, entrambi di 29 anni, che questa mattina sono stati coinvolti in un incidente che è avvenuto sulla strada provinciale 232 nel bivio d'entrata a Ziano di Fiemme.

 

Si tratta di un frontale che ha fatto volare pezzi d'auto su tutta la carreggiata e un mezzo , dal forte impatto, si è fermato contro un segnale stradale.

L'incidente è avvenuto attorno alle 7.30. Sul posto ambulanza 118 di Cavalese, la Croce Rossa di Moena, l' auto medica, i carabinieri di Predazzo, vigili urbani e 12  vigili del fuoco del corpo di Ziano di Fiemme.

Il traffico è stato momentaneamente bloccato per consentire le cure sanitarie ai due giovani e rimuovere poi i veicoli incidentati e i pezzi sparsi sull'asfalto. I due feriti sono stati trasportati all'ospedale di Cavalese.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

27 gennaio - 18:55

Dopo la grande manifestazione che ha portato 10mila persone in Lessinia in molti riferiscono di un presidente della regione, Luca Zaia, “infuriato” perché tenuto all'oscuro della proposta di legge. Il consigliere Dem Zanoni: “I veneti amano l’ambiente che è un patrimonio di tutti e non sono più disposti a vederlo sacrificato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato