Contenuto sponsorizzato

Sfonda la finestra con un sasso, entra e morde sulla guancia l'ex moglie. Notte da incubo per una donna e i suoi bambini

Nel quartiere di Oltreisarco la polizia è intervenuta in tutta fretta per una violenta aggressione nei confronti di una donna. L'uomo poi si è dato alla fuga con una mano ferita dai cocci di vetro ed è stato arrestato

Pubblicato il - 16 August 2019 - 13:25

BOLZANO. Si è presentato alla porta dell'abitazione dell'ex moglie, ubriaco, in chiaro stato di alterazione psicofisica e quando lei ha deciso di non aprirgli ha sfondato il vetro di una finestra con un sasso si è introdotto all'interno ed ha finito per mordere violentemente la guancia della donna.

 

Si sono vissuti momenti davvero da incubo ieri notte nel quartiere di Oltreisarco a Bolzano. Le pattuglie della polizia sono state chiamate sul posto in tutta fretta perché era in atto un'aggressione in piena regola da parte di un uomo alla sua ex moglie. 

 

Già nelle prime ore della notte di ferragosto l'uomo di cittadinanza marocchina, si era presentato palesemente ubriaco a casa della ex moglie, con la pretesa di fare vista ai due figli. La donna, però, si è subito resa conto che l’ex coniuge era in condizioni pietose e quindi ha cercato di allontanarlo dalla casa rimandando a un altro momento la visita. Lui, però, non ne ha voluto sapere e ulteriormente alterato dal rifiuto ricevuto ha raccolto un grosso sasso e lo ha lanciato contro il vetro della casa sfondandolo.

 

A quel punto si è introdotto all'interno dell'abitazione ed è iniziata una violenta aggressione alla signora, fortunatamente difesa dalle sorelle che in quel momento le facevano compagnia. E' partita la chiamata alle forze dell'ordine che si sono precipitate sul posto ma intanto l'uomo, al culmine dell’ira, ha morso selvaggiamente la donna alla guancia. L'arrivo delle sirene, però, ha messo in fuga l'aggressore che ha interrotto la feroce azione contro la sua ex moglie e si è precipitato all'esterno. 

 

Esagitato, dopo una breve fuga, è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti e nonostante tentasse di sottrarsi all’inevitabile arresto colpendo gli agenti con pugni e calci è stato fermato e trasportato in ospedale. L'uomo, infatti, in preda alla foga non si era reso conto che mentre era entrato dalla finestra si era ferito gravemente alla mano con i vetri con rischio di lesione ai tendini. Nel nosocomio di Bolzano è stato curato e operato e nel pomeriggio di ieri, dopo le dimissioni, è stato portato in carcere.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
24 giugno - 16:42
La senatrice ha interessato  i ministeri della Salute, del Lavoro e delle politiche sociali e della Giustizia. La giovane ginecologa di 31 [...]
Cronaca
24 giugno - 14:42
E' successo la scorsa notte e tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere del locale. Fortunatamente l'arrivo del titolare ha fatto scappare [...]
Ricerca e università
24 giugno - 15:37
Per la prima volta i ricercatori hanno usato gli organoidi realizzati in laboratorio, allo scopo di ricreare tessuto cerebrale tumorale in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato