Contenuto sponsorizzato

Si deve vestire con abiti più sobri. Appostamenti e schiaffi alla fidanzata di 16 anni. A processo un 18enne

Il giovane  respinge l'accusa di stalking sulla fidanzata 16enne che gli viene imputata ma ammette alcuni episodi di aggressione  

Pubblicato il - 24 marzo 2019 - 08:38

TRENTO. Un mix di aggressioni verbali ma anche fisiche provocate dalla gelosia ma anche dalla volontà di imporre alla propria compagna un determinato abbigliamento. Vestiti che non devono far intravvedere alcuna forma. Vittima è una ragazza appena sedicenne che frequenta una scuola di Trento mentre l'aguzzino è un ragazzo oggi 18enne di origine marocchina.

 

I due si sono conosciuti quando entrambi erano ancora minorenni. Da subito è nata una storia ma poco dopo il legame è diventato asfissiante tanto da portare la ragazza a fuggire da casa. A partire da circa due anni fa sono iniziate ad arrivare le denunce da parte della madre della ragazza e il giovane, che teneva sempre più comportamenti aggressivi, a dicembre è stato anche arrestato in flagranza di reato a seguito dell'ennesima aggressione.

 

La ragazzina non riuscendo più ad andare avanti ha chiuso la storia ma il ragazzo ha iniziato a seguirla con veri e proprio appostamenti davanti scuola.

 

Ora il 18enne è finito a processo con l'accusa di stalking.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 06:01

C’è un punto a mio giudizio su cui va costruito e tenuto saldo il discorso antifascista: la scelta. E non deve stupire l'uso strumentale di Matteo Salvini ed il conseguente disconoscimento del valore della celebrazione dell’anniversario della Liberazione

 

25 aprile - 08:38

Entrambi gli agenti, un uomo e una donna, sono stati medicati al pronto soccorso. Gli agenti si erano recati a Trento nord per un controllo 

24 aprile - 18:17

Il centrosinistra deve riannodare il discorso dopo la doppia débâcle del 2018 tra politiche e provinciali. Una campagna che inizia alla presenza dei vertici dei partiti di coalizione da Lucia Maestri per il Pd a Annalisa Caumo per Upt, da Lucia Coppola come portavoce dei Verdi a Antonella Valer per Leu, da Alessandro Pietracci del Psi a Piergiorgio Cattani per Futura. In attesa del Patt

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato