Contenuto sponsorizzato

Trovati al bar a servirsi da bere da soli, il questore sospende l'attività del locale: '''Pericoloso per l’ordine pubblico''

E' successo a Bolzano. Il locale era già stato segnalato per i notevoli disagi causati dalla clientela, dovuti a urla, schiamazzi e risse,  fino a notte inoltrata oltre alla sporcizia di ogni genere

Pubblicato il - 18 gennaio 2019 - 12:03

BOLZANO. Sono stati beccati nella notte tra sabato e domenica ubriachi all'interno del bar a servirsi da soli da bere e alla richiesta di spiegazioni hanno risposto che il titolare se ne era andato da mezzora.

 

Questo l'ultimo episodio che ha portato il questore di Bolzano Enzo Giuseppe Mangini a disporre la chiusura per quindici giorni del bar “Derby” di via Resia, in seguito ai numerosi episodi che lo fanno ritenere pericoloso per l’ordine pubblico e per la sicurezza dei cittadini.

 

Una situazione non nuova visto che il Comune di Bolzano aveva emesso un’apposita prescrizione nei confronti del titolare dell’esercizio pubblico, invitandolo a “un comportamento gestionale atto a non recare disturbi al vicinato, volto a sorvegliare e controllare i propri avventori anche all’esterno del locale invitandoli ad evitare schiamazzi ed urla e mantenendo pulita l’area antistante il locale pubblico”.

 

Inoltre nel luglio scorso, era stato anche presentato un esposto in Questura per lamentare i notevoli disagi causati dalla clientela, dovuti a urla, schiamazzi e risse,  fino a notte inoltrata oltre alla sporcizia di ogni genere.

 

Tra i diversi interventi, come già descritto, spicca quello avvenuto attorno alle 1.40 della notte tra sabato e domenica scorsi, quando gli operatori della volante, nell’effettuare un controllo, hanno riscontrato che all’interno del bar erano presenti quattro soggetti, tutti con precedenti e già in evidente stato di ebbrezza, che si servivano autonomamente degli alcolici.

 

Alla richiesta di spiegazioni da parte dei poliziotti, gli stessi dichiaravano che il gestore se ne era andato da circa mezz’ora. Uno dei quattro è stato denunciato, in quanto contravventore al foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Bolzano per tre anni, misura di prevenzione che il Questore dispone nei confronti delle persone considerate pericolose per la pubblica sicurezza.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 febbraio - 18:02

Il covo della cellula è stato individuato in una casa isolata a Bosco di Civezzano. Questo il luogo dove falsificavano i documenti  per garantirsi la clandestinità e progettare atti di eversione in Italia e all’estero

19 febbraio - 19:23

Una cinquantina di anarchici e antagonisti, alcuni coperti in viso, sono in strada all'urlo di "Libertà per" e il nome degli arrestati, ma anche "Salvini sei il primo della lista", il tutto scandito al megafono. Diverse le scritte comparse in città come "Terrorista è lo Stato"

19 febbraio - 13:20

In pochi mesi si registra il secondo caso in regione di sfruttamento del lavoro e estorsione ai danni di 14 lavoratori pachistani regolarmente residenti in Italia. La prima operazione della guardia di finanza è avvenuta a Riva del Garda a fine novembre, mentre in questa indagine i finanzieri sono entrati in azione a Bolzano

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato