Contenuto sponsorizzato

Trovato con la carne rubata, 44enne condannato a 2 anni e 600 euro di multa

La carne era stata rubata in un furto avvenuto nel 2016 a Primiero. I ladri sono stati individuati dai carabinieri e sono a processo 

Pubblicato il - 21 luglio 2019 - 08:43

TRENTO. Una condanna a due anni di reclusione (pena sospesa) e 600 euro di multa. Questa la sentenza del processo che ha visto come imputato un uomo di 44 anni accusato di aver ricevuto (o acquistato) della carne rubata in una macelleria in Primiero.

 

Il furto risale al 2016. Due ladri erano riusciti ad entrare nella macelleria e dopo aver mangiato e bevuto vino se ne erano andati portandosi via con speck, salsicce di vari tipi, wurstel e anche coltelli e altra attrezzatura. Le indagini portate avanti dai carabinieri hanno permesso di individuare i ladri, due cittadini serbi che devono rispondere anche di altri furti. Uno dei due, in particolare, deve rispondere anche del furto di circa 3 mila euro fatto scassinando le slot di un locale e di aver rubato un mezzo nel vicentino.

 

Per il terzo soggetto, anche lui serbo, trovato in possesso della carne rubata in macelleria, la condanna a due anni con multa di 600 euro è già arrivata.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 dicembre - 19:12

Tantissimi i giovani e le famiglie che sono arrivate a Trento accogliendo la proposta del popolo delle sardine di scendere in piazza per ribadire la loro distanza da odio, rabbia e populismo

06 dicembre - 17:07

L'ex presidente della Pat ribadisce oggi la sua distanza dalla Lega di Salvini con un messaggio di solidarietà alle tante persone che tra poco si riuniranno in Piazza Dante: ''Non ci sarò perché penso loro preferiscano essere neutre politicamente. Ma faccio tanti auguri!''

06 dicembre - 11:12

Le abbondanti precipitazioni nevose delle ultime settimane hanno favorito l'inizio della stagione del letargo. Ecco quindi un orso che, sul Brenta orientale, è impegnato a raccogliere materiale vegetale per prepararsi la tana in vista del letargo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato