Contenuto sponsorizzato

Accoltellato alla Residenza Fersina, arrestato in poche ore il giovane che si era dato alla fuga

Subito dopo l'aggressione, il minorenne si era dato alla fuga per cercare di far perdere le proprie tracce, ma alle prime ore di oggi è stato identificato e arrestato dai carabinieri. Il 22enne non è in pericolo di vita ma è stato sottoposto a un intervento chirurgico

Pubblicato il - 14 marzo 2020 - 16:09

TRENTO. E' stato arrestato il giovane che nella serata di ieri, venerdì 13 marzo, ha accoltellato un 22enne alla Residenza Fersina in via al Desert a Trento (Qui articolo).

 

Subito dopo l'aggressione, il minorenne di origine tunisina si era dato alla fuga per cercare di far perdere le proprie tracce, ma alle prime ore di oggi, sabato 14 marzo, è stato identificato e arrestato dai carabinieri.

 

L'episodio è avvenuto ieri, quando il minorenne e un 22enne di origine nigeriana hanno iniziato a discutere, probabilmente, per una questione di droga. Le urla e gli spintoni si sono trasformati in un violento alterco. 

 

A quel punto il minorenne ha estratto il coltello per colpire nell'addome il 22enne. La vittima è stata ferita in modo profondo in pieno addome

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati ambulanzapersonale sanitario e carabinieri, mentre l'aggressore si è dileguato.

 

Il 22enne è stato immobilizzato e stabilizzato, quindi è stato trasportato all'ospedale del capoluogo, dove è stato sottoposto a un serio intervento chirurgico. Il giovane è ancora ricoverato ma non è fortunatamente in pericolo di vita. 

 

Nel frattempo i militari hanno avviato le indagini per risalire all'autore del gesto, domiciliato sempre alla Residenza Fersina. 

 

E' stato velocemente individuato e rintracciato in via al Desert, dove era rientrato, convinto di non essere stato scoperto.

 

Accompagnato alla caserma di via Barbacovi, il minorenne ha ammesso la responsabilità per l’accoltellamento, scatenato da un’accesa discussione lungo il viale d’accesso alla struttura per richiedenti asilo, poi degenerata per cause ancora in corso di accertamento, ma verosimilmente legata a questioni di droga. Il giovane è stato arrestato per lesioni aggravate.

 

Al termine delle operazioni formali, su disposizione dell’Autorità giudiziaria minorile, l’arrestato è stato trasferito all’Istituto penale minorile di Treviso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 05:01

Sono arrivati nel bel mezzo della pandemia, quando gli ospedali cercavano disperatamente personale, ma i loro contratti durano solo pochi mesi: “Crediamo di aver dato tanto e ci aspettavamo un trattamento diverso, ora ho deciso di guardare altrove”. Così Apss perde i professionisti della prima linea contro il Covid

24 ottobre - 08:12

Complice il manto stradale bagnato la donna ha perso il controllo del mezzo finendo per ribaltarsi. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Dro, i soccorsi sanitari e le forze dell'ordine

23 ottobre - 18:47

I risultati dello studio condotto dagli esperti dell’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima. I test sono stati condotti su diversi tipi di dispositivi di copertura naso-bocca: la mascherina artigianale, chirurgica, FFP2 o KN95, la visiera e le fasce di stoffa. Nello specifico, la percentuale di CO2 espirata ad essere re-inalata con la visiera è del 3%, mentre il 14% con quella artigianale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato