Contenuto sponsorizzato

Brutale aggressione in strada, 73enne colpita al volto con una chiave inglese: la caccia all’uomo dei carabinieri

L’attrezzo ancora insanguinato era avvolto in una pettorina gialla fosforescente. La 73enne aggredita alle spalle mentre rincasava dopo aver fatto la spesa. Mistero sui motivi all’origine del folle gesto di uno sconosciuto

Pubblicato il - 12 November 2020 - 17:14

CAVAION VERONESE (VR). L’allarme è scattato intorno alle 9e30, del 10 novembre, quando ai carabinieri è pervenuta la richiesta d’aiuto di un testimone che aveva visto aggredire una donna per strada a Caprino Veronese. Arrivati sul posto i militari hanno trovato la donna ancora a terra sanguinante. Interrogata la 73enne ha dichiarato di essere stata assalita, senza apparente motivo, da uno sconosciuto che la aveva colpita al capo con un oggetto contundente.

 

La donna, spaventata ma lucida, ha aggiunto di essere stata aggredita alle spalle mentre rincasava dopo aver fatto la spesa al mercato da un uomo sconosciuto, notato camminare poco prima nella zona campestre che stava percorrendo, e che, dopo averla colpita, si era allontanato con una piccola utilitaria scura.

 

Immediatamente è scatta la caccia all’uomo con i militari che hanno iniziato a setacciare le telecamere della zona nel tentativo di individuare l’auto del sospettato. Nel frattempo la 73enne è stata trasportata all’ospedale di Peschiera del Garda. In poco tempo i carabinieri hanno individuato un veicolo che per modello e colore poteva corrispondere alla descrizione fornita dalla vittima. Identificato il proprietario ed effettuati tutti gli accertamenti del caso, mercoledì mattina i militari di Caprino Veronese hanno convocato in caserma il proprietario, un 50enne residente a Cavaion Veronese.

 

Dopo qualche tentennamento, l’uomo è crollato confessando il fatto e confermando di aver scelto il bersaglio a caso. Rimane però il mistero sui motivi che hanno spinto l’uomo a compiere il folle gesto. In un secondo momento l’aggressore ha consegnato ai militari una chiave inglese e una pettorina gialla fosforescente in cui aveva avvolto l’attrezzo utilizzato per colpire la donna e sulla quale erano presenti evidenti macchie di sangue. Il 50enne è stato denunciato per il reato di lesioni personali, avendo cagionato alla vittima ferite solo superficiali e guaribili in 10 giorni, inoltre verrà anche segnalato alle strutture di assistenza del Comune per valutare percorsi di sostegno di natura psicologica.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 05:01

Nell'arco di due settimane si dovrebbe completare la seconda fase di somministrazione nelle Rsa Trentine. Nei prossimi giorni è stato chiesto un tavolo con la Provincia per ridiscutere assieme i protocolli di sicurezza e consentire una riapertura graduale delle strutture consentendo anche un ritorno degli abbracci

26 January - 07:54

Ieri a parlare è stato lo zio del giovane indagato per l’omicidio dei genitori e l’occultamento dei cadaveri dichiarando che secondo lui "Sicuramente non è stato un allontanamento volontario o un incidente" e sulla possibilità che i due corpi siano nel fiume ha dichiarato che potrebbe essere anche un depistaggio 

25 January - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato