Contenuto sponsorizzato

Controlli antidroga, usate anche le unità cinofile. Lungo il fiume Isarco sono stati rinvenuti 170 grammi di marijuana

Controlli straordinari da parte degli uomini della Questura di Bolzano, coadiuvati da alcuni equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Veneto” di Padova, nonché delle  Compagnie dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale

Pubblicato il - 10 maggio 2020 - 10:43

BOLZANO. Non si fermano i controlli  contro lo spaccio portati avanti dagli uomini della Questura di Bolzano, coadiuvati da alcuni equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Veneto” di Padova, nonché delle locali Compagnie dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale.

 

Con la diminuzione delle restrizioni sono molte le persone che hanno deciso di passeggiare e per questo i controlli da parte delle forze dell'ordine sono incrementati, per offrire maggiore sicurezza, con servizi ad hoc per lo spaccio.

 

Carabinieri, polizia e vigili urbani hanno svolto nel centro di Bolzano una serie di verifiche straordinarie. Nell’arco del servizio sono stati fatti dei controlli anche nella zona delle passeggiate fluviali retrostante lo stadio “Druso”.

 

Qui è stata verificata la posizione di quindici giovani stranieri ed uno di questi, un cittadino gambiano ventunenne, è stato denunciato perché inottemperante al foglio di via obbligatorio.

 

Inoltre, grazie all’apporto delle Unità Cinofile Antidroga della Guardia di Finanza di Bolzano, lungo l’argine del fiume Isarco sono stati rinvenute alcune dosi di marijuana, per un totale di 170 grammi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 19:56

Sono stati, purtroppo, comunicati 3 decessi tra Trento, Baselga di Pinè e Ville d'Anaunia: 17 morti in 13 giorni e 18 vittime in questa seconda ondata di Covid-19. Il bilancio complessivo è di 7.649 casi e 488 decessi in Trentino da inizio emergenza

22 ottobre - 18:32

Il presidente della Provincia di Trento è parso ancora ottimista anche se rispetto a qualche giorno fa ha ammesso che qualche preoccupazione c'è. Ma sui ''pochi'' contagi nelle scuole (che pure in pochi giorni hanno raddoppiato le classi in quarantena) la responsabilità ha spiegato che è delle attività extrascolastiche: ''Questo è un tema. Stiamo riflettendo con l'Apss''

22 ottobre - 18:07
Sono stati analizzati 1.231 tamponi, tutti letti dal laboratorio di microbiologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento, 153 i test positivi. Il rapporto contagi/tamponi si alza a 12,4%. E' stata sospesa l'attività di verifica tamponi ai laboratori della Fondazione Mach a causa dell'infezione che è arrivata nella struttura di San Michele
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato