Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, oltre 20 casi a Mori. Ma ci sono 400 guariti. I 58 Comuni del contagio e dove sono avvenuti i 6 decessi

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 243 positivi a fronte dell'analisi di 2.388 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 10,18%. Sono state testate 647 persone e il tasso di infezione è del 37,6%

Di Luca Andreazza - 10 November 2020 - 19:50

TRENTO. Ci sono 12.008 casi e 542 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus, sono 8.555 i guariti da inizio emergenza e 2.911 gli attuali positivi. Sono stati, purtroppo, comunicati 6 morti: 1 in Rsa, 3 all'ospedale di Trento e 1 a quello di Rovereto, i decessi sono attribuiti ai Comuni di Trento (2 vittime), Rovereto (2 vittime), Madruzzo e Volano. Il bilancio è di 72 decessi in questa seconda ondata di Covid-19 (Qui articolo).

 

Sono 318 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 28 pazienti sono in terapia intensiva 30 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 243 positivi a fronte dell'analisi di 2.388 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 10,18%. Sono state testate 647 persone e il tasso di infezione è del 37,6% (sotto tabella Gedi visual con dati del Ministero della salute).

Tra i nuovi contagi, 126 presentano sintomi e 64 sono over 70 anni: questo dettaglio spinge le autorità sanitarie a rinnovare l'appello di seguire le regole. Sono stati trovati 16 casi in Rsa (1 sintomatico) tra ospiti e operatori. 

 

Sono stati identificati altri 18 casi tra bambini e ragazzi in età scolare: sono 280 le classi in isolamento. Sono 400 i pazienti guariti da Covid-19 nelle ultime 24 ore, un numero fortunatamente altissimo, forse collegato alla ricerca dei negativi rispetto ai tamponi antigenici. Non sono stati forniti dati relativi ai test antigenici, quindi quelli del monitoraggio delle autorità sanitaria riportano esclusivamente i tamponi molecolari.

 

Sono 98 i nuovi positivi a Trento che si porta a 2.424 casi da inizio epidemia. A questi si aggiungono 24 contagi a Mori (132 casi), 8 a Rovereto (632 casi), 7 a Arco (490 casi) e Predaia (107 casi), 6 a Pergine (770 casi) e Borgo d'Anaunia (66 casi). 

 

Ci sono 4 infetti a Riva del Garda (283 casi), Lavis (273 casi), Altopiano della Vigolana (86 casi) e Livo (20 casi). Altri 3 contagi a Levico (232 casi), Ville d'Anaunia (112 casi), Spiazzo (44 casi) e Mezzana (22 casi). 

 

Poi 2 contagi a Madruzzo (52 casi), Baselga di Pinè (227 casi), Predazzo (156 casi), Tione (105 casi), Sella Giudicarie (95 casi), San Michele all'Adige (75 casi), Bedollo (55 casi), Calliano (41 casi), Aldeno (35 casi) e Novaledo (12 casi).

 

E ancora 1 positivo a Cles (186 casi), Mezzocorona (153 casi), Borgo Chiese (134 casi), Dro (126 casi), Cavalese (112 casi), Borgo Valsugana (102 casi), Brentonico (84 casi), Cavedine (76 casi), Caldonazzo (73 casi), Pellizzano (71 casi), Comano (65 casi), Novella (53 casi), Moena (48 casi), Nomi (47 casi), Vallelaghi (44 casi), Porte di Rendena (38 casi), Roncegno (37 casi), Avio (34 casi), Folgaria (29 casi), Ton (28 casi), Peio (27 casi), Ziano di Fiemme (25 casi), Stenico (24 casi), Tenna (22 casi), Telve (20 casi), Rabbi (13 casi), Vallarsa (13 casi), Cimone (11 casi), Fai della Paganella (11 casi), Sfruz (11 casi), Cis (10 casi), Dambel (10 casi) e Pelugo (6 casi).

 

La percentuale della popolazione attualmente positiva a Trento è di 0,6%, mentre Pergine si attesta all'1,1%. Più contenuta a Riva del Garda (0,35%), Arco (0,44%) e Rovereto (0,35%). A Castello Tesino si registra il 3,2%, Bresimo il 2,4% e Malè il 2%. Poi Baselga di Pinè si ferma all'1,9% e Bedollo all'1,7%.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 17:53
Nelle ultime 24 ore sono state confermate anche 13 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 4 dimissioni e 78 guarigioni
25 January - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

25 January - 13:34

Una questione che prosegue da ormai diversi anni. Mentre la Provincia di Trento è riuscita a portare avanti l'apertura della strada fino al confine con il Veneto, arrivando a circa 3 chilometri dal rifugio, dall'altro la Provincia di Vicenza, non ha provveduto a fare l'intervento per i chilometri di sua competenza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato