Contenuto sponsorizzato

Girava per il quartiere con due cacciaviti tentando di introdursi nelle abitazioni. Denunciato un giovane

Un giovane è stato fermato a Bolzano mentre si aggirava con dei cacciaviti per il quartiere di Dodiciville. Gli agenti della questura lo hanno fermato prima che si introducesse nelle abitazioni e denunciato per possesso di arnesi atti allo scasso

Pubblicato il - 01 July 2020 - 15:57

BOLZANO. E' stato denunciato il giovane trovato da una volante della polizia di Stato nel quartiere di Dodiciville, a Bolzano, mentre girava con arnesi atti allo scasso. Il soggetto, in possesso di due cacciaviti, cercava di introdursi in alcuni stabili ma il tempestivo intervento dei poliziotti ha impedito che si verificassero furti in abitazione.

 

Erano stati protagonisti di atti criminosi, invece, i due cittadini extracomunitari, non dotati di documenti regolari, accompagnati nella giornata di mercoledì 1 luglio 2020 al Cpr di Brindisi. I due, un cittadino marocchino di anni 24 e un cittadino tunisino di anni 38, attenderanno lì l'esito delle procedure di rimpatrio nei Paesi di provenienza.

 

Il primo era stato arrestato a gennaio per una rapina commessa nei confronti di un giovane di notte in piazza Magnago, a Bolzano. Responsabile di altri atti violenti, anche verso la compagna, aveva appena scontato un periodo di detenzione quando è stato accompagnato all'ufficio immigrazione della questura e informato dell'ordine di espulsione con traduzione al Cpr di Brindisi.

 

Sempre nei giorni scorsi, durante uno dei servizi ordinari di controllo del territorio, veniva rintracciato un cittadino tunisino di anni 38, denunciato invece più volte per spaccio di sostanze stupefacenti nella zona della stazione e coinvolto nel ferimento di un connazionale nei pressi di Ponte Giallo. Anche per questo, dunque, è scattato il provvedimento di espulsione con l'accompagnamento al Cpr di Brindisi.

 

Sul versante di polizia giudiziaria, infine, nella giornata di martedì 30 giugno, un cittadino italiano di 29 anni senza fissa dimora veniva arrestato dalla squadra volante su ordine di esecuzione a seguito dell'accoltellamento avvenuto a Villa Armonia. Il giovane dovrà scontare a questo punto 2 anni e 8 mesi di reclusione nella casa circondariale di Bolzano per una serie di crimini.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
17 giugno - 07:52
Il rifugio Coronelle è nuovamente tornato sotto i riflettori perché su di lui aleggia la triste eventualità che possa essere totalmente [...]
Cronaca
17 giugno - 06:01
L'analisi di tutti i dati della campagna vaccinale per fasce d'età e il confronto con la settimana precedente. La Pat ora deve concentrare [...]
Cronaca
17 giugno - 08:59
Sono arrivate nelle scorse ore le nuove nomine dell'arcivescovo di Trento Tisi. Si tratta dei nuovi ruoli che i sacerdoti avranno sul nostro [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato