Contenuto sponsorizzato

In casa del recuperante armi e munizioni della Prima guerra mondiale: per disinnescarle interviene la Folgore

Un 38enne aveva recuperato il materiale bellico all’interno di alcune trincee, nascondendo in casa una granata, parti di armi e vario munizionamento da guerra. Per la bonifica è stato richiesto l’intervento del reparto specializzato del genio guastatori

Foto d'archivio
Pubblicato il - 05 November 2020 - 17:51

PASTRENGO (VR). Quando i carabinieri sono intervenuti per effettuare una perquisizione nell’abitazione di un 38enne di origini siciliane residente a Pastrengo, pur sapendo a cosa andavano incontro, forse non si aspettavano di trovarsi di fronte a una sorta di piccola arsenale.

 

I militari infatti, avevano ricevuto una soffiata e per questo si sono recati a verificare per gli accertamenti del caso. Informazioni che si son rivelate veritiere visto che il 38enne in casa aveva nascosto armi e munizioni utilizzate durante i due conflitti mondiali.

 

Una volta entrati i carabinieri hanno rinvenuto un vero e proprio ordigno e per questo hanno deciso di attivare immediatamente la procedura prevista, interrompendo l’ispezione e provvedendo alla messa in sicurezza dell’area interessata inibendo l’accesso a tutta l’abitazione.

 

Per la bonifica è stato richiesto l’intervento del reparto specializzato del genio guastatori Folgore di Legnago. Dopo un esame più accurato è stato possibile stabilire come l’ordigno in questione fosse una granata, mentre in un altro contenitore sono state rinvenute parti di armi e munizionamento da guerra.

 

Tutto il materiale bellico è stato recuperato e neutralizzato. L’uomo, interrogato, ha riferito di aver raccolto i residuati all’interno di alcune trincee. Il 38enne è stato deferito in stato di libertà per detenzione illegale di armi e munizionamento da guerra.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 26 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
27 novembre - 11:50
Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 395 positivi a fronte di 2.264 test molecolari. Altri 3 decessi. Sono 10 le persone in terapia intensiva
Cronaca
27 novembre - 09:38
Il dirigente del Dipartimento salute e politiche sociale: "La decisione di bloccare i voli dall'Africa australe può essere ritenuta corretta per [...]
Cronaca
27 novembre - 11:26
Il gip ha spiegato che l'ordinanza del presidente della Provincia del 19 marzo 2021 riguardante gli screening nelle scuole non era illecita, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato