Contenuto sponsorizzato

Ruba il portafoglio e spende 1200 euro in gratta e vinci, scoperto grazie alle vincite incassate

La vittima aveva perso di vista la borsa per pochi istanti, tanto era bastato all’uomo per appropriarsi del portafogli. I carabinieri hanno denunciato un 24enne bolzanino per i reati di furto e di indebito utilizzo di strumenti di pagamento elettronici

Pubblicato il - 18 aprile 2020 - 15:58

MERANO (BZ). La vicenda inizia in un centro commerciale di Lagundo, lo scorso ottobre in Alto Adige, dove una donna si era recata per acquistare delle scarpe. Mentre era impegnata a provare le calzature la donna aveva appoggiato la propria borsa sulla panca dov’era seduta. Sono bastati pochi istanti di distrazione affinché un uomo, senza essere visto, riuscisse a sottrarre il portafoglio dalla borsa.

 

Al rientro a casa la brutta sorpresa: un messaggio l’avvisava che qualcuno aveva appena speso 1.200 euro con la sua carta di credito. A quel punto la donna non aveva potuto che constatare che il portafoglio con soldi, carte elettroniche e documenti d’identità non c’era più.

 

Alcuni giorni dopo aver sporto denuncia, per una fortunata coincidenza, il portafoglio della donna è stato ritrovato da un cittadino di Lana non lontano dalla tangenziale della Mebo. Nel frattempo i carabinieri di Lagundo avevano avviato le indagini scoprendo che la carta di credito era stata utilizzata dagli autori del furto per acquistare biglietti “gratta e vinci” in un'area di servizio lungo la Mebo.

 

Il ladro, lo stesso giorno del furto, aveva speso tutti i 1200 euro in biglietti della lotteria, probabilmente nella speranza di “monetizzare” il bottino. I militari, grazie a un lavoro certosino, sono riusciti a ricostruire gli spostamenti dell’uomo seguendo le tracce lasciate nel momento in cui si presentava per riscuotere le vincite. Alla fine è stato possibile rintracciare un 24enne bolzanino.

 

Il giovane è stato denunciato per i reati di furto e di indebito utilizzo di strumenti di pagamento elettronici, “un reato piuttosto grave – spiegano i militari – che il codice penale punisce con la reclusione da uno a cinque anni e una multa da 310 a 1.550 euro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 aprile - 16:05
Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie segnala che il tasso di positività a Trento è superiore al 4%, situazione [...]
Cronaca
15 aprile - 18:47
L'ufficialità è arrivata in queste ore e così dalle 23 di domani sera, 16 aprile, l'Apss permetterà anche alla fascia di età 65-69 anni di [...]
Economia
15 aprile - 16:20
I segretari di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl del Trentino Diaspro, Pallanch, Tomasi e Varagone: “Si è ormai raggiunto il colmo e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato