Contenuto sponsorizzato

Si scaglia contro i carabinieri che gli chiedono un documento e viene fermato grazie allo spray al peperoncino. Arrestato un 44enne

E' avvenuto a Merano nella notte fra domenica e lunedì. L'uomo, un 44enne, è stato fermato perché in palese stato alterato e sottoposto alla verifiche del caso. Rifiutatosi di consegnare i documenti si è poi scagliato violentemente contro un militare, richiedendo per sedarlo l'utilizzo dello spray urticante. Arrestato, è stato condotto agli arresti domiciliari

Pubblicato il - 08 giugno 2020 - 18:53

MERANO. E' stato arrestato l'uomo che nella notte tra domenica 7 giugno e lunedì 8 ha aggredito i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile appartenenti alla compagnia di Merano. Verso mezzanotte, una pattuglia si è infatti fermata in una via del centro dopo aver visto un soggetto palesemente alterato e molesto.

 

L'uomo, un 44enne del luogo, ha subissato di insulti e minacce i militari scesi dall'auto per verificarne l'identità. Alla richiesta di seguirli in caserma, lo stesso si opponeva con la forza, scagliandosi infine contro uno dei carabinieri. A quel punto è stato necessario l'utilizzo dello spray al peperoncino, solo con il quale è stato possibile averne ragione e caricarlo in auto.

 

Ammanettato, l'uomo è stato condotto pertanto in caserma, dove è stato dichiarato in stato di arresto e portato alla sua abitazione per gli arresti domiciliari.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 18:14

La Provincia rinnova infine l'appello di seguire le regole: "Si devono tutelare il più possibile gli anziani, obiettivo che i giovani devono concorrere a raggiungere attuando le regole igieniche e il corretto distanziamento"

29 settembre - 17:19

Se Riva pare la piazza più in bilico dove la destra potrebbe tentare il colpo forte anche dell'alleanza con i civici di Malfer e il Patt locale, quello provinciale ricorda ai suoi elettori da che parte sta l'Autonomia. Intanto anche le Sardine tornano a farsi sentire (giovedì a Riva alle 17 ci sarà un flash mob) ben consce del fatto che anche nelle piazze dove qualcuno poteva sperare nel cambiamento il rischio di ritrovarsi con la Lega del Trentino (e non quella di Zaia) al governo è troppo alto 

29 settembre - 17:44

L'approfondimento tecnico si è concluso, forse proprio quando è arrivato anche il ricorso del Codacons. L'associazione per la difesa dell'ambiente e tutela dei diritti di utenti e consumatori ha presentato al Tar di Trento, tramite l'avvocato Zero Perinelli, un ricorso contro la norma provinciale. La Pat: "Evitare disparità di trattamento tra gli esercizi commerciali"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato