Contenuto sponsorizzato

Tragico incidente in montagna, perde l'appiglio del cordino di ferro e precipita per 200 metri. Morto un 56enne

Un 56enne di Appiano sulla Strada del Vino è deceduto dopo un volo di quasi 200 metri. Stava percorrendo un sentiero attrezzato sul Monte Macaion, quando al momento di assicurarsi ha perso l'appiglio al cordino di ferro ed è precipitato

Pubblicato il - 14 novembre 2020 - 18:36

APPIANO SULLA STRADA DEL VINO. Incidente tragico, nel pomeriggio di sabato 14 novembre, sul Monte Macaion. Un 56enne di Appiano stava percorrendo un sentiero attrezzato fra la strada della Mendola e il Penegal quando ha perso la presa del cordino di ferro, precipitando per 200 metri.

 

Al momento di assicurarsi al cordino, infatti, l'uomo ha perso l'equilibrio, scivolando nel vuoto. Nulla da fare per il 56enne, che nella caduta (di cui diversi metri a corpo libero) ha riportato delle ferite mortali. L’impatto al suolo sarebbe avvenuto non distante dalla strada forestale più a valle. È qui che gli uomini dell’equipaggio dell’elisoccorso hanno calato il verricello per recuperare il corpo, non potendo altro che constatare il decesso.

 

Sul posto gli uomini del soccorso alpino e i carabinieri, che indagano sulle dinamiche dell’incidente.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 11:04

L’uomo non è l’unico essere vivente a intrecciare relazioni con le altre specie, per esempio corvi e lupi possono collaborare fra loro con gli uccelli che indicano ai carnivori la presenza di prede o carcasse. Ma non solo perché alcuni corvi sono stati visti giocare con i cuccioli del branco

20 gennaio - 16:21

L'ingresso di Fratelli d'Italia sulla scena politica trentina e regionale aveva fin da subito creato alcuni malumori nelle forze di maggioranza, soprattutto in quota Svp. L'ormai ex assessore aveva spiegato di essere pronto al passo indietro per non creare attriti in maggioranza. Oggi è stata formalizzata la decisione: "Non ho mai creduto alla 'carriera politica', ho sempre creduto alla libertà di fare politica"

20 gennaio - 15:20

Il sindaco di Trento interviene per fare chiarezza sulla destinazione dei fondi raccolti e sul futuro del gregge: “Capiamo la delusione di chi avrebbe voluto tenere insieme, in Valle dei Mocheni, le capre di Agitu, ma la soluzione temporanea che è stata trovata mira proprio a tutelare gli animali. Stiamo elaborando un progetto capace di tener viva la memoria di Agitu e di farsi interprete del suo amore per gli animali e per il territorio”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato