Contenuto sponsorizzato

Violento scontro tra due auto che si fermano in mezzo alla strada, viabilità in tilt in val di Non

L'incidente è avvenuto intorno alle 12.15 di oggi, martedì 4 febbraio, lungo la strada statale 43 all'altezza di Dermulo nel Comune di Predaia. Un impatto molto violento e la corsa delle due vetture è terminata in mezzo alla carreggiata a ostruire la viabilità

Pubblicato il - 04 febbraio 2020 - 13:54

PREDAIA. Scontro tra due auto in val di Non, due persone sono state accompagnate all'ospedale di Cles.

 

L'incidente è avvenuto intorno alle 12.15 di oggi, martedì 4 febbraio, lungo la strada statale 43 all'altezza di Dermulo nel Comune di Predaia.

 

Un impatto molto violento e la corsa delle due vetture è terminata in mezzo alla carreggiata a ostruire la viabilità.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanze, vigili del fuoco di Taio e carabinieri per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

 

I pompieri e le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza l'area, mentre il personale sanitario ha prestatole cure ai conducenti feriti. 

 

Nonostante l'incidente, le due persone coinvolte alla guida delle auto avrebbero riportato ferite lievi, anche se sono stati trasportati al pronto soccorso per accertamenti e approfondimenti.

 

Grandi disagi alla viabilità, la strada è stata chiusa il tempo necessario per l'intervento della macchina dei soccorsi tra cure mediche, rilievi, pulizia della sede stradale e rimozione dei mezzi incidentati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 11:55

Dopo le affermazioni di papa Francesco sulle famiglie omosessuali, il mondo cattolico si interroga, tra gli attacchi dei più conservatori e le tante attestazioni di approvazione. Don Marcello Farina: "Parole bellissime. Come cristiani non abbiamo il diritto di imporre agli altri il nostro modo di vivere. La cosa che conta di più è il rispetto per le persone"

24 ottobre - 11:31

Il bilancio resta a 296 morti, mentre i contagi salgono a 6.095 casi da inizio epidemia. Ci sono 102 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e 31 quelli nelle strutture, mentre sono 12 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 32 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco

24 ottobre - 12:29
L'allerta è scattata intorno a mezzogiorno di oggi, sabato 24 ottobre, lungo la strada statale 45bis della Gardesana. In azione la macchina dei soccorsi
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato