Contenuto sponsorizzato

“Adesso controllati il sangue, è meglio che te ne vai”, giovane accoltellato al torace con diversi fendenti. Due arresti per tentato omicidio

Il 28enne è stato aggredito senza motivo, la coltellata più profonda e per poco letale, è stata inferta nella zona del torace all’altezza del polmone destro. Due giovani, fra cui un minorenne, finiscono in manette

Pubblicato il - 27 novembre 2021 - 16:29

PESCHIERA DEL GARDA (VR). Nella mattinata del 27 novembre i carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari a carico di un giovane 19enne di Peschiera del Garda, ritenuto responsabile in concorso con altro soggetto minorenne, di tentato omicidio e porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere, con l’aggravante di avere agito per motivi futili.

 

L’indagine ha avuto inizio lo scorso 11 settembre, a seguito dell’aggressione subita dal 28enne di Bardolino da parte di due ragazzi che lo avevano accoltellato più volte, lasciandolo a terra sanguinante. La vittima aveva chiesto poco prima ai due aggressori, informazioni generiche su alcuni locali di Peschiera del Garda. Dopo questo primo incontro, poco distante, mentre stava parlando con alcune turiste, il 28enne è stato raggiunto dai due giovani che, senza alcun motivo, gli hanno intimato di allontanarsi e di andare via da quel Centro.

 

Proprio mentre stava per alzarsi, i due lo hanno colpito con alcuni calci dopodiché il 19enne ha estratto un coltello e lo ha colpito ripetutamente al corpo mentre l’altro lo teneva per il collo. I due giovani si sono poi allontanati ma prima, come riferito dalla vittima, hanno affermato “adesso controllati il sangue ed è meglio che te ne vai”.

 

A quel punto il malcapitato, accortosi delle gravi lesioni subite, è riuscito a raggiungere il vicino pronto soccorso, dove è stato immediatamente sottoposto a un intervento chirurgico e successivamente trasferito in terapia intensiva per una, si legge nel referto, “ferita penetrante lobo medio polmonare-pnx margine costale destro-emotorace apico basale posteriore destro-ematoma pettorale destro-ferita lacerocontusa subfrenica quarto segmento-ferita lacero contusa tessuti molli fianco sinistro”. Di fatto i due indagati lo avevano pugnalato due volte all’addome e una, la più profonda e per poco letale, al torace all’altezza del polmone destro.

 

Dopo l’aggressione, a ottobre, erano già stati tratti in arresto due minori di Peschiera del Garda che poi sono stati scagionati dopo nuove risultanze emerse in seguito agli interrogatori di garanzia dei due. Le successive indagini hanno però consentito agli inquirenti di identificare il 19enne il quale si è presentato in caserma per fornire una confessione spontanea, anche se ha dato elementi contrastanti e poco chiari nella ricostruzione dell’evento criminoso. Gli ulteriori accertamenti svolti dai carabinieri, hanno permesso di raccogliere altre prove e di identificare anche il complice minorenne.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 gennaio - 20:14
Trovati 1.767 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Sono 148 i pazienti in ospedale. Sono 144 le classi scolastiche in isolamento
Cronaca
16 gennaio - 18:54
Complicata l'operazione di recupero del rottame, i vigili del fuoco e i tecnici valutano come intervenire nelle prossime ore. Il conducente [...]
Cronaca
16 gennaio - 17:01
Il pilota ed ex ambasciatore di Trentino Marketing ha spiegato che quando ha detto la frase ''ho preso il Covid apposta per poter essere in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato