Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, in Trentino falsi addetti che propongono il vaccino anti-Covid a domicilio. L'azienda sanitaria ai cittadini: ''Avvisate le forze dell'ordine''

L'Apss ha ricevuto alcune segnalazioni dalla zona di Rovereto. Le persone che dovessero essere contattate da sedicenti incaricati dell’azienda sanitaria sono invitate a informare le forze dell’ordine

Pubblicato il - 15 gennaio 2021 - 16:12

TRENTO. Attenzione ai falsi addetti che propongono a domicilio il vaccino contro il Covid19.

 

L'allarme è stato lanciato dall'Azienda sanitaria che in queste ore ha ricevuto delle segnalazioni da parte di alcuni cittadini, soprattutto nella zona di Rovereto.

 

I cittadini, spiega in una nota l'Ufficio Comunicazione dell'Apss, hanno segnalato di essere stati contattati telefonicamente da persone che spacciandosi per “operatori dell’azienda sanitaria” cercano di introdursi nelle case con il pretesto di effettuare le vaccinazioni anti Covid-19.

 

Si segnala che tale comportamento non rientra nelle modalità operative dell’Apss e che nella nostra provincia la proposta di vaccinazione a domicilio non è ancora iniziata. Le persone che dovessero essere contattate da sedicenti incaricati dell’azienda sanitaria sono invitate a informare le forze dell’ordine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 marzo - 19:53
Sono 226 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 67 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività
04 marzo - 18:14

Si attendono le nuove classificazioni. La curva del contagio è in crescita a livello nazionale e la prospettiva è quella di diversi cambi di zona. Il Trentino dovrebbe restare in zona arancione e la Pat conferma l'intenzione di proseguire con la didattica in presenza al 50%

04 marzo - 19:16

Nuovi riscontri alla diffusione della variante inglese in Provincia, dopo il caso dei dipendenti della Cassa Rurale della Val di Fiemme anche 15 dipendenti di una fabbrica di Trento sono stati contagiati dalla stessa mutazione. Ferro: “La variante inglese ha una grande capacità di contagio soprattutto nei luoghi chiusi”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato