Contenuto sponsorizzato

Doppio scippo in 20 minuti: rapina due donne in due vie vicine ma viene intercettato e arrestato dai carabinieri

Il primo colpo è stato messo a segno in via Soprasasso e il secondo in via della Canova  in entrambi i casi a Gardolo. I preziosi elementi forniti dai testimoni ai carabinieri, soprattutto la meticolosa descrizione di reo e abbigliamento nonché la precisa indicazione sulla direzione di fuga fornita dalla seconda vittima, hanno permesso ai militari di rintracciarlo e bloccarlo

Foto archivio
Pubblicato il - 19 maggio 2021 - 12:11

TRENTO. Due colpi messi a segno in poco meno di mezzora con la stessa tecnica: uno scippo con strappo delle borsa e poi la fuga a piedi. Nel primo pomeriggio di ieri, a distanza di circa venti minuti, poco dopo sono giunte alla centrale operativa della compagnia dei carabinieri Trento due richieste d’intervento, per altrettanti furti con strappo perpetrati ai danni di due donne nell’area settentrionale del capoluogo di Gardolo.

 

I militari sono immediatamente intervenuti ed ascoltate le prime dichiarazioni hanno potuto capire che l’autore di entrambi i delitti fosse lo stesso, dati l’identico modus operandi e i vestiti indossati. Il primo scippo è avvenuto in via Soprassasso, alle 13.30 circa, ai danni di una 67enne che è stata rapidamente avvicinata e strattonata. Il malvivente le ha strappato la borsa, con il risultato di farla cadere a terra, per fortuna senza gravi conseguenze.

 

Purtroppo, inutile è stato il soccorso di un giovane passante, che ha cercato invano di inseguire il reo, il quale allontanatosi si è impossessato del denaro contante, abbandonando la borsa per proseguire nella fuga. A distanza di circa venti minuti, però, è tornato in azione nella limitrofa via della Canova. La vittima questa volta è stata una 55enne, alla quale è stata strappata con violenza la borsa.

 

Poi, come successo in precedenza, l’uomo ha prelevato l’ingente somma di denaro contenuta e si è disfatto della borsa. Gli ulteriori preziosi elementi forniti dai testimoni ai carabinieri, soprattutto la meticolosa descrizione di reo e abbigliamento nonché la precisa indicazione sulla direzione di fuga fornita dalla seconda vittima, hanno permesso loro in breve di individuare e rintracciare il 45enne trentino M.O. responsabile, peraltro già noto agli operanti.

 

La successiva perquisizione personale ha condotto a trovare e recuperare tutti il contante sottratto e restituirlo alle legittime proprietarie. L’uomo è stato quindi condotto presso la Caserma di via Barbacovi e tratto in arresto, venendo poi ristretto presso la propria abitazione - in regime di arresti domiciliari- a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, innanzi alla quale verrà condotto per essere giudicato.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 dicembre - 05:01
Tra le richieste di alcuni genitori vi è la reintroduzione delle 'bolle' già usate in pandemia o un ridimensionamento del numero dei gruppi [...]
Cronaca
04 dicembre - 19:40
Mentre restano stabili i ricoveri e non si segnalano decessi cresce il contagio in provincia. A Trento ci sono 42 nuovi positivi, a Rovereto e [...]
Cronaca
04 dicembre - 20:37
Si sono ritrovati come ogni sabato in piazza Dante, dove nel pomeriggio hanno disturbato il traffico sulle strisce pedonali che conducono alla [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato