Contenuto sponsorizzato

FOTO. Tragedia sull'A22. Un furgone si scontra contro un mezzo pesante. Morto il conducente, un 31enne di Lazise

E' il conducente del furgone l'uomo morto nel tragico incidente avvenuto attorno alle 8.30 di mercoledì 13 gennaio a Egna, lungo l'autostrada del Brennero. Il furgone si stava immettendo sulla strada, quando si è scontrato con un mezzo pesante fermo a causa di un rallentamento. Inutile l'arrivo dell'elisoccorso

Foto dei vigili del fuoco di Egna
Di Davide Leveghi - 13 gennaio 2021 - 11:20

EGNA. Poco dopo il casello, il furgone si è schiantato contro il camion, distruggendosi. L'impatto è stato violentissimo e per il conducente non c'è stato niente da fare. Sarebbero queste le dinamiche del tremendo incidente avvenuto nella mattinata di mercoledì 13 gennaio ad Egna, lungo l'autostrada A22 del Brennero, attorno alle 8.30.

 

 

Il mezzo pesante era fermo per un rallentamento, quando il furgone si è schiantato contro un lato, infilandosi con il muso sotto al camion. Immediato l'intervento dei soccorsi, giunti sul posto per cercare di salvare il conducente del mezzo incidentato, un 31enne di Lazise, in provincia di Verona. Il durissimo impatto, però, non gli ha lasciato scampo.

 

 

Il traffico lungo l'arteria autostradale del Brennero è stato fermo per diverse decine di minuti. L'arrivo dei soccorsi, giunti anche con l'elisoccorso da Trento, dei vigili del fuoco e della stradale hanno infatti costretto a bloccare la circolazione in direzione nord, con code che sono arrivate fino a San Michele all'Adige.

 

 

Messa in sicurezza la strada e portato via il mezzo distrutto con il carro attrezzi, i veicoli hanno potuto ricominciare a viaggiare.

 

QUI AGGIORNAMENTO

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 13:34

Una questione che prosegue da ormai diversi anni. Mentre la Provincia di Trento è riuscita a portare avanti l'apertura della strada fino al confine con il Veneto, arrivando a circa 3 chilometri dal rifugio, dall'altro la Provincia di Vicenza, non ha provveduto a fare l'intervento per i chilometri di sua competenza

25 gennaio - 11:33

La situazione nei balcani continua a peggiorare. Migliaia di migranti si trovano senza rifugio, costretti a vivere all'aperto nonostante le temperature rigide. A questo si aggiungono le violazioni dei diritti umani, gli abusi, la violenza da parte delle polizie locali e della popolazione. Ipsia organizza una raccolta fondi a supporto dei migranti

24 gennaio - 13:23

Nemmeno di fronte ai carabinieri il 51enne ha voluto desistere: nel volantino che stava distribuendo l’invito a disobbedire alle regole anti-Covid. In via precauzionale i militari hanno sequestrato un coltello a serramanico e un fucile che l’uomo deteneva regolarmente in casa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato