Contenuto sponsorizzato

LE FOTO. Nuotano nel lago Santo ghiacciato per un test scientifico: studiare gli effetti dell'ipnosi per gestire ansia e panico

Nonostante le temperature bassissime, il farmacista di Cembra, Giorgio Martini, con Gadotti si è immerso nelle acque gelate del lago Santo in val di Cembra

Pubblicato il - 03 gennaio 2021 - 20:54

CEMBRA. Un tuffo fuori stagione per svolgere alcuni test scientifici. Questa la nuotata in costume da bagno giovedì 31 dicembre per Erick Gadotti e Giorgio Martini.

Nonostante le temperature basse, il farmacista di Cembra e laureato in psicologia clinica e riabilitativa, Giorgio Martini, con Gadotti, psicologo e dirigente dell'Istituto Artigianelli di Trento, si è immerso nelle acque gelate del lago Santo in val di Cembra.

 

Il tentativo è stato quello di sperimentare gli effetti dell'ipnosi sulle reazioni del corpo umano a fronte di una forte sollecitazione, ma anche per gestire panico e ansia. 

Dopo i vari preparativi e gli esercizi del caso, si sono immersi con l'assistenza dei vigili del fuoco di Cembra e Lavis, il soccorso alpino e il personale sanitario.

 

Il tempo di alcune bracciate, quindi Martini e Gadotti si sono riportati a riva.

Questo esperimento ha visto la collaborazione della macchina dei soccorsi anche per preparare l'area, oltre che per monitorare in modo costante la situazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 19:26

Sono 332 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 46 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi di cui 3 in ospedale

17 gennaio - 19:26

Mentre ci sono territori che vedono confermata in toto la loro fornitura il Trentino dimezza i suoi numeri. L'assessora: ''La campagna di vaccinazioni anti Covid in Trentino va avanti come previsto, per lo meno nell’immediato''. Domani il richiamo per i primi vaccinati del 27 dicembre

17 gennaio - 21:08

I sindacati intervengono dopo che la Provincia a trazione leghista è uscita nuovamente sconfitta in tribunale per quanto riguarda il criterio di almeno 10 anni di residenza per accedere alle case Itea. Grosselli, Bezzi e Alotti: "Solo una Giunta come quella trentina poteva concepire una misura così indegna. La Pat disapplichi la norma o dovranno pagare la sanzione di tasca propria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato