Contenuto sponsorizzato

Spaccio di droga, i carabinieri bussano alla porta di un 26enne: in casa aveva cocaina, hashish, marijuana assieme a oltre 22 mila euro

Avendo un’abitazione è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. L'operazione durante  un'attività di controllo del territorio volta a prevenire e reprimere il traffico di sostanze stupefacenti

Pubblicato il - 06 January 2021 - 08:10

BOLZANO. Detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Questo il reato a cui deve rispondere un 26enne finito agli arresti domiciliari a Bolzano nel corso di alcuni controlli portati avanti sul territorio dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza.

 

I militari, avendo il sospetto che il giovane trafficasse droga in centro città, sono andati a trovarlo a casa.

 

Nel corso della perquisizione domiciliare hanno rinvenuto e sequestrato cinquanta grammi di cocaina, novantotto grammi di hashish e centocinquantasei grammi di marijuana. Oltre alla sostanza stupefacente sono stati trovati anche ventiduemila e cinquecento euro che i carabinieri ritengono essere frutto della sua attività criminale.

 

Condotto in caserma e sottoposto ai consueti rilievi foto-dattiloscopici, lo spacciatore è stato dichiarato in stato di arresto. Informato il pubblico ministero, avendo un’abitazione, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

 

La droga è stata trasmessa al Laboratorio analisi sostanze stupefacenti del Comando provinciale carabinieri per le analisi qualitative.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 January - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 January - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

20 January - 19:12

Nell'ultimo confronto Stato-Regioni si è parlato dei tagli della Pfizer nella fornitura dei vaccini: "Abbiamo manifestato il nostro sconcerto". Un altro argomento è stato quello dei ristori. "Auspichiamo che il governo in carica sappia rispettare gli accordi presi con le categorie economiche. Non ci sono ancora garanzie e questo ci preoccupa". Il punto sui test salivari

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato