Contenuto sponsorizzato

Subaffittava in nero alloggio a canone agevolato a stranieri: altre denunce in arrivo

Sono due le ulteriori denunce per truffa a carico del 44enne di Salorno che subaffittava in nero l'alloggio Ipes di cui era titolare (e per il quale pagava un canone di appena 50 euro al mese) a stranieri che cercavano disperatamente una casa

Di F.S. - 05 ottobre 2021 - 13:53

SALORNO. Dopo una prima denuncia per “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche” (Qui Articolo), in arrivo altri guai per il 44enne di Salorno che subaffittava in nero l'alloggio Ipes di cui era titolare: i militari dell'arma del Comune altoatesino hanno annunciato altre due denunce per truffa a suo carico. Anche in questo caso l'uomo avrebbe subaffittato l'immobile, per il quale pagava un canone mensile di appena 50 euro, a stranieri in cerca di una casa in Provincia.

 

Indagando sulla truffa infatti, i carabinieri di Salorno hanno scoperto che ci sono altre due vittime del raggiro. Secondo i militari “è evidente che il salornese approfittasse dello stato di bisogno delle vittime, tutte straniere con disperato bisogno di una casa dopo aver trovato lavoro in Provincia di Bolzano o in Provincia di Trento”.

 

In particolare, una giovane aveva pattuito un canone di 550 euro, versando anche una caparra e la prima mensilità per un totale di 2.200 euro. Qualche giorno dopo aveva chiesto al 'locatore' una copia della ricevuta di registrazione del contratto che aveva firmato, ma il titolare dell'alloggio aveva iniziato a tergiversare finché, dopo le lamentele dell'inquilina, quest'ultima aveva deciso di andarsene. Non le era però stato restituito il dovuto.

 

Un'altra vittima aveva versato addirittura 3.000 euro, corrispondenti alla caparra e al primo mese, perché le erano stati chiesti ben 750 euro mensili. Purtroppo, continuano i carabinieri, l'attuale occupante dovrà andarsene facendosi anche carico di reperire un nuovo alloggio e di sborsare un nuovo deposito cauzionale. Ben difficilmente i tre truffati vedranno indietro i loro soldi, dato che l'indagato per avere un alloggio Ipes è indigente o perlomeno, sottolineano i militari, simula di esserlo.

 

Ora le indagini dei carabinieri di Salorno proseguiranno perché pare che il 44enne abbia lasciato una scia di persone frodate e amareggiate dietro di sé, visto che oltre ai 3 truffati scoperti pare ci siano state altre due vittime del raggiro. Una in particolare, un giovanissimo straniero lavoratore regolare, era inoltre già stato frodato appena arrivato a Bolzano nel 2020. Dopo aver trovato casa in affitto su un noto sito di annunci immobiliari, chi aveva pubblicato l'offerta aveva chiesto un versamento preliminare di qualche centinaio di euro, per poi sparire però nel nulla.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 maggio - 20:40
La 65enne è stata trovata nell'acqua da alcuni passanti, immediato l'allarme e l'avvio della manovre salvavita ma purtroppo per Liviana Ierta [...]
Cronaca
21 maggio - 21:28
Le fiamme partite da un quadro elettrico. Decine e decine i vigili del fuoco intervenuti per evitare che l'incendio potesse interessare altre parti [...]
Cronaca
21 maggio - 16:43
Erano circa 200 gli operatori di Dolomiti Ambiente impegnati in questi giorni nelle operazioni di pulizia per il post-concerto di Vasco Rossi, il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato