Contenuto sponsorizzato

Svaligiato nella notte il centro culturale Santa Chiara: arrestato 23enne con due portatili e una consolle musicale dal valore di 2.500 euro

Il giovane è stato fermato dai carabinieri poco dopo le 6 di ieri, 2 agosto, nelle vicinanze del centro culturale: aveva addosso due pc portatili ed un trapano mentre, a una delle uscite di emergenza, è stata rinvenuta una consolle musicale dal valore di 2.500 euro pronta ad essere portata via. In suo possesso i carabinieri hanno trovato anche una patente, tessere di ogni tipo (anche del Club Alpino) e una Postepay rubate

Pubblicato il - 03 August 2021 - 10:17

TRENTO. Si era introdotto nel centro culturale Santa Chiara, rompendo i vetri di due porte antipanico con un martello, per svaligiarlo nella notte: arrestato ieri mattina, 2 agosto, un 23enne trentino trovato in possesso di due computer portatili e un trapano. A una delle uscite di emergenza inoltre, i carabinieri hanno rinvenuto anche una consolle musicale dal valore di circa 2.500 euro pronta ad essere portata via.

 

Il giovane è stato visto dalle forze dell'ordine aggirarsi nelle vicinanze del centro culturale ieri mattina poco dopo le 6. I carabinieri, allertati dai primi dipendenti affluiti all'inizio dei turni, lo hanno rintracciato e trovato in possesso di vari oggetti, tra cui due pc portatili e un trapano provenienti dal centro mentre la consolle musicale era stata lasciata, pronta ad essere portata via, a una delle uscite di emergenza.

 

Una volta fermato dalle autorità, il giovane ha cercato di giustificarsi dicendo di essere in attesa di un amico, che gli aveva consegnato gli oggetti e doveva passare a ritirarli, ma dalla visione dei sistemi di videosorveglianza interna risultava chiaramente fosse lui ad essersi introdotto nello stabile, aggirandosi per i corridoi con una torcia in mano.

 

I carabinieri, nel corso del sopralluogo, hanno infatti rinvenuto il martello con cui il 23enne avrebbe distrutto i vetri di due porte antipanico introducendosi così nel centro culturale, il cui direttore tecnico ha poi riconosciuto gli oggetti precedentemente trafugati. Oltre alla refurtiva proveniente dal Santa Chiara però, il giovane è stato trovato in possesso anche di una patente di guida, una tessera per trasporto studenti e una del Club Alpino, rubate il giorno precedente ed intestate ad un ragazzo di Trento che gli aveva dato un passaggio, oltre a una Postepay, rubata ad una donna dell'Altopiano della Vigolana lo scorso 11 luglio e una tessera studenti smarrita.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 settembre - 06:01
Il rifugio Filzi sul Finonchio ha chiuso la scorsa settimana la stagione estiva ed ora proseguirà, tempo permettendo, le aperture nei weekend. I [...]
Cronaca
28 settembre - 08:28
L'epicentro è nella provincia di Treviso e il sisma è stato avvertito anche nei territori vicini. Le prime due scosse sono state avvertiti [...]
Cronaca
28 settembre - 07:23
L'incendio si è sviluppato in un'azienda agricola di Ora, ad intervenire oltre ai vigili del fuoco del posto anche il corpo di Egna. Non ci sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato