Contenuto sponsorizzato

Tragedia sulla Paganella, morto l'escursionista scomparso. Un 63enne è precipitato per 150 metri in un canale ghiacciato

L'allarme è stato lanciato dai familiari, preoccupati per il mancato rientro a casa. L'auto è stata trovata a Zambana Vecchia, mentre il cellulare è stato localizzato a 1.100 metri tra Fai della Paganella e il lago di Lamar. Fatale una caduta di 150 metri (QUI L'AGGIORNAMENTO)

Pubblicato il - 07 dicembre 2021 - 22:54

TERRE D'ADIGE. E' stato ritrovato, purtroppo, morto l'escursionista di 63 anni scomparso durante una passeggiata. E' scivolato in un canalone ghiacciato a valle del sentiero 682 in Val Trementina tra Fai della Paganella e il lago di Lamar, a una quota di circa 1.100 metri. Fatale la caduta di circa 150 metri.

 

Si è conclusa in modo tragico una vasta operazione di ricerca di un escursionista, residente a Lavis, un'attività che ha coinvolto svariate le unità in azione tra soccorso alpino e vigili del fuoco per setacciare i diversi sentieri tra la Rotaliana e la Paganella. 

 

E' anche decollato l'elicottero che ha sorvolato l'area e ha scandagliato con le termocamere il versante della montagna tra Zambana VecchiaFai della Paganella e i laghi di Lamar. Impiegati anche i droni per riuscire a trovare la persona che aveva fatto perdere le proprie tracce. 

L'allerta è scattata intorno alle 18 di oggi, martedì 7 dicembre, quando i familiari non hanno visto l'escursionista rientrare a casa. Preoccupati hanno interessato il Numero unico delle emergenze.

Le attività si sono rivelate particolarmente complesse a causa dell'oscurità e dell'area molto ampia. Sono stati impiegati molti soccorritori e un'unità cinofila. Anche l'elicottero e i droni si sono levati in volo per supportare le ricerche.

Dopo il ritrovamento dell'auto nel parcheggio di Zambana Vecchia, da dove partono i sentieri che salgono verso l'altopiano della Paganella e il lago di Lamar, gli operatori della Stazione Trento - monte Bondone hanno cominciato le ricerche lungo i sentieri che dal lago di Lamar portano verso Fai della Paganella.

 

Gli operatori della Stazione Fai della Paganella hanno percorso i sentieri che da località Santel si sviluppano verso Zambana Vecchia e i laghi di Lamar e mentre i soccorritori delle Stazioni Paganella-Avisio e Rotaliana-Bassa Val di Non, con una unità cinofila, sono saliti da Zambana Vecchia.

 

Sul posto anche i vigili del fuoco di Zambana e il Nucleo Saf dei permanenti di Trento per supportare le ricerche e illuminare la parete con le fotoelettriche.

 

Nel frattempo è stato localizzato il telefono cellulare dell'escursionista in Val Trementina all'altezza del sentiero 682 a una quota di circa 1.100 metri. E' stato quindi richiesto l'intervento dell'elicottero che ha effettuato un sorvolo sulla zona ma senza dare nessun esito.

 

Sono stati gli operatori da terra, intorno alle 21.30 a trovare le tracce di una scivolata lungo un canale ghiacciato. I soccorritori si sono calati per circa 150 metri fino a ritrovare l'escursionista, ormai senza vita. Le operazioni di recupero della salma si svolgeranno domani (mercoledì 8 dicembre) con l'elicottero, alle prime luci dell'alba.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 gennaio - 17:20
L'assessore all'istruzione ha parlato di 360 classi che rientreranno a scuola da qui a lunedì prossimo mentre il dirigente provinciale Ruscitti ha [...]
Cronaca
28 gennaio - 16:50
Sono stati trovati 1.586 positivi a fronte di 11.365 tamponi. E' stato registrato 1 decesso nelle ultime 24 ore. Cala il numero delle classi in [...]
Ricerca e università
28 gennaio - 15:43
Entro il 2050 si potrebbe non sciare più su neve naturale a Cortina e Torino, così come in altre delle 21 località che ospitano i Giochi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato