Contenuto sponsorizzato

Contrabbanda 30mila litri di gasolio, ma si schianta contro un altro autoarticolato e viene "beccato" dalla Guardia di Finanza. E a Silandro scoperto un distributore abusivo

Uno dei mezzi protagonisti del grave incidente che si è verificato sull'A22 nei giorni scorsi stava trasportando illegalmente l'ingente quantità di carburante, parte del quale si è riversato sulla sede stradale. In un secondo controllo i militari individuano, all'interno di un'azienda, una pompa di benzina irregolare con serbatoio da 1.500 litri

Di D.L. - 15 aprile 2024 - 10:39

BRESSANONE. E' stato denunciato per contrabbando di 30mila litri di gasolio l'autista di uno dei due mezzi pesanti coinvolto nei giorni scorsi in un grave incidente sull'A22 nel tratto tra Vipiteno e Bressanone.

 

Parte del carburante si era riversato sulla sede stradale dopo l'impatto tra i due autoarticolati e solamente il tempestivo intervento da parte dei vigili del fuoco, giunti sul luogo del sinistro in forze, aveva evitato che sulla sede stradale si sviluppasse un incendio.

 

La gran quantità di carburante trasportato, imballato nel vano del mezzo in 29 fusti in plastica, ciascuno dei quali con capacità di mille litri, ha indotto i soccorritori intervenuti a sollecitare l'intervento della Guardia di Finanza di Bressanone per le verifiche del caso.

 

Ebbene la pattuglia ha verificato le modalità del trasporto, sia sia attraverso l’analisi dei documenti a bordo del mezzo, che mediante il prelievo di campioni del prodotto per l’esecuzione di analisi chimiche.

 

Tali approfondimenti e le informazioni acquisite dal conducente, intanto condotto presso l’ospedale di Bressanone per accertamenti, hanno evidenziato - in primo luogo - come quel trasporto, partito dalla Germania e diretto, sulla base di quanto indicato nei documenti di trasporto, in Ungheria, non avrebbe dovuto interessare il territorio italiano.

 

Le Fiamme Gialle hanno, poi, accertato che - nonostante sui documenti di accompagnamento fosse indicato il trasporto di “olio anticorrosivo” - quello effettivamente trasportato è un prodotto classificabile tra i cosiddetti "designer fuels", miscele idrocarburiche formalmente rientranti tra gli oli che, tuttavia, mantengono caratteristiche, in termini di capacità di combustione, analoghe a quelle del gasolio.

 

Tale espediente è funzionale, come detto, ad aggirare il sistema di monitoraggio sulle movimentazioni dei prodotti petroliferi ed eludere le Accise, ovvero l’imposta che grava su benzina e gasolio per realizzarne, appunto, il contrabbando.

 

La collocazione geografica della provincia di Bolzano e la circostanza che il Brennero rappresenti uno dei principali punti di ingresso sul territorio dello Stato delle merci su gomma, fa sì che il fenomeno dei trasporti di prodotti petroliferi di contrabbando sia particolarmente rilevante sul territorio altoatesino. Dal 2017, infatti, i militari della Compagnia di Bressanone hanno sottoposto a sequestro oltre mezzo milione di litri di gasolio “sporco”.

 

L’Alto Adige non è, però, solo un territorio di transito ed il fenomeno delle frodi sui prodotti petroliferi impatta anche sull’economia locale, come testimoniato dal sequestro eseguito nello scorso fine settimana dai militari di Silandro che, recatisi presso la sede di un’azienda locale per un controllo fiscale, si sono imbattuti in un impianto di rifornimento ad uso privato completamente abusivo, costituito da un serbatoio interrato della capienza di 5 metri cubi, collegato ad un misuratore volumetrico dotato di erogatore, contenente oltre 1.500 litri di gasolio, che è stato sequestrato. Il titolare dell’azienda è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
altra montagna
21 maggio - 18:00
Spesso è necessario uscire dall’alone di leggenda che avvolge alcune dinamiche naturali per osservarle dall’esterno, con sguardo più [...]
Cronaca
21 maggio - 19:20
E' successo nel tardo pomeriggio di oggi, sul posto si sono portati i vigili del fuoco con i tecnici. Il traffico è stato bloccato 
Cronaca
21 maggio - 18:07
La vicenda di Forti fa emergere sempre più disparità di trattamento e dopo l'incontro in pompa magna con la premier Meloni con tanto di diretta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato