Contenuto sponsorizzato

Oltre 400 "Vespe" in un percorso ad anello attorno al lago di Garda: ecco "Audax", la prova di regolarità organizzata dal Vespa Club Rovereto

Una rievocazione storica, nata come gara di lunga percorrenza, dove gli equipaggi gireranno attorno al Lago di Garda a gruppi di quattro per circa 215 chilometri

Di ACC - 02 aprile 2024 - 19:24

TRENTO. Sarà Arco ad ospitare, il prossimo 6 aprile, il primo audax (dal latino, “audace”) vespistico “Lago di Garda”.

 

Una rievocazione storica nata in realtà come gara di lunga percorrenza (dai 200 fino a oltre 1000 chilometri) –, che raggrupperà 400 Vespe (di cui 85 provenienti da 12 nazioni estere) tra cui 120 “faro basso” prodotte tra il 1946 e il 1948 (chiamate così perché il faro stava sul parafango anziché sullo sterzo), tra i pezzi più rari.

 

Saranno inoltre presenti con 22 equipaggi femminili e 3 di categoria Under 18, in rappresentanza di 102 Vespa club italiani ed esteri.

 

Un percorso ad anello con partenza e arrivo in viale delle Palme, di fronte al casinò municipale, che consiste in una prova di regolarità in cui contano resistenza e spirito di gruppo: non vince infatti chi impiega meno tempo a percorrere il tracciato ma chi più si avvicina al tempo imposto, calcolato per una media di circa 28 chilometri all'ora.

 

Gli equipaggi partiranno alle 8 a gruppi di quattro, ogni minuto; il tragitto, di circa 215 chilometri, consiste nel giro del lago di Garda in senso orario con sosta a Sirmione per il pranzo e, al ritorno, la salita al lago di Tenno prima dell'arrivo ad Arco, dove l'ultimo concorrente è atteso per le 18.40.

 

La manifestazione è organizzata dal Vespa Club di Rovereto, in collaborazione con il gruppo di Sirmione e il patrocinio del comune di Arco, dei Vespa Club d'Italia e d'Europa e del Vespa World Club.

 

“Siamo partiti dalla volontà di valorizzare la Busa e tutto il lago di Garda”, ha detto Leonardo Pilati, presidente del Vespa Club di Rovereto ma anche vicepresidente e direttore sportivo del Vespa Club d'Italia. “Arco e il suo viale delle Palme ci è parso un teatro di partenza e di arrivo ideale, per questo evento che con 400 equipaggi al via sarà ricordato come la manifestazione sportiva in Vespa che ha avuto più partecipanti della storia”.

 

Ma l’audax vespistico vanta anche il primato di una nuova app che traccerà ogni concorrente e gli consentirà di rimanere in contatto costante con l’organizzazione.

 

“Abbiamo accolto subito con grande favore la proposta di ospitare questa manifestazione. La Vespa è una parte della storia dell’Italia, che merita il grande sforzo organizzativo di questo audax. Per noi è anche una bella novità, qualcosa di diverso”, ha detto l'assessore allo sport e al turismo, Dario Ioppi.

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 aprile - 20:37
Una missione umanitaria del Ministero della Difesa e della Marina Militare che si è avvalsa della collaborazione della Fondazione Rava per [...]
altra montagna
15 aprile - 13:55
Il 25 maggio a Jesolo si potranno indossare sci, scarponi e casco per scendere su una pista lunga oltre 30 metri e fatta interamente di plastica [...]
Società
15 aprile - 16:20
Il “vino delle Dolomiti” dell'azienda agricola Val de Pol di Codenzano, frazione di Chies d'Alpago, ha ottenuto il riconoscimento nazionale per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato