Contenuto sponsorizzato

Posti "di sollievo" nelle Rsa, a Trento per l'estate saranno 13: ecco come e quando prenotarli 

Il servizio è disponibile per la stagione estiva che va da martedì 18 giugno a domenica 15 settembre e per un solo periodo della durata di 21 giorni

Pubblicato il - 13 febbraio 2024 - 12:42

TRENTO. Un servizio che può essere richiesto dai soggetti non autosufficienti normalmente assistiti in ambito familiare per rispondere a esigenze temporanee dei componenti della famiglia stessa, da coloro che si trovano in situazioni di emergenza e sono in attesa della predisposizione di un idoneo progetto assistenziale oppure dalle persone dimesse dall’ospedale che si trovano in particolari situazioni.

 

Sono in totale tredici i posti letto di sollievo che possono essere prenotati a partire da martedì 12 marzo all'interno delle residenze sanitarie assistenziali (Rsa) della città.  Il servizio è disponibile per la stagione estiva che va da martedì 18 giugno a domenica 15 settembre e per un solo periodo della durata di 21 giorni.

 

Per fissare la prenotazione del posto letto, a partire dalle 8 di martedì 12, occorre recarsi  al Servizio Welfare e coesione sociale di via Bronzetti 1, sarà possibile fissare, nell’ordine di arrivo, l’appuntamento per la prenotazione del posto letto per le persone in possesso dei requisiti previsti. Le prenotazioni inizieranno lo stesso 12 marzo e proseguiranno il 13 e 14 marzo dalle 8.15 alle 15.15. 

 

Qualora gli interessati fossero impossibilitati a recarsi all’ufficio nella finestra indicata, sarà comunque possibile fissare un incontro nei giorni di martedì e giovedì delle successive settimane, dalle 8.30 alle 11.00, previo appuntamento da fissare al numero 0461.889910.

 

La prenotazione può essere effettuata dal diretto interessato, dal tutore, dall’amministratore di sostegno con rappresentanza e da un delegato (il modulo di delega è pubblicato nel sito ufficiale del Comune di Trento) oppure, in alternativa, nel caso in cui l'interessato si trovi temporaneamente impedito a causa del suo stato di salute, dal coniuge, dal figlio, da altro parente in linea retta o collaterale fino al terzo grado.
 
Per la prenotazione del servizio di ricovero è necessario essere in possesso dell’idoneità rilasciata dall'Unità Valutativa Multidisciplinare (U.v.m.) in corso di validità e di ogni altro requisito eventualmente richiesto dalla struttura in conformità alle disposizioni provinciali per le Rsa.

 

L’U.v.m. effettua una preliminare valutazione integrata degli aspetti sociali e della situazione sanitaria dei richiedenti ed è attivabile, a seconda dei casi, su richiesta del medico di base, del medico ospedaliero oppure dell’assistente sociale di riferimento. 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
03 marzo - 09:39
A Torre Mirana, un reportage sociale a cura di 7 fotografi trentini racconta l'impegno quotidiano di oltre 700 volontari nel contrasto allo spreco [...]
Politica
03 marzo - 05:01
Dall'annuncio della premier Giorgia Meloni all'effettivo arrivo di Chico Forti in Italia potrebbero passare un paio di mesi. Ora la pratica è [...]
Cronaca
03 marzo - 07:38
L'allarme è scattato poco prima delle 3 e sul posto si sono portati i vigili del fuoco, le forze dell'ordine e i soccorsi sanitari 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato