Contenuto sponsorizzato

50 Agenti all'opera, 40 persone identificate e 6 provvedimenti di espulsione

L'azione si è svolta in piazza S. Maria Maggiore, piazza Dante e alcune zone periferiche della città. Il Questore D'Ambrosio: "Non esistono zone di serie A e serie B, l'interesse è garantire la sicurezza dei cittadini"

Pubblicato il - 06 ottobre 2016 - 13:19

TRENTO. Non conosce sosta la prevenzione alla criminalità messa in campo dalle Forze dell'ordine.

 

"I controlli di ieri proseguono nel solco di quanto già intrapreso nei giorni scorsi. L'operazione ha impiegato circa 50 agenti - riferisce Massimo D’Ambrosio, il Questore di Trento - le attività preventive e repressive della Polizia di Stato si estendono in tutta la città perchè non esistono aree di serie A o serie B come si vorrebbe far credere: cerchiamo invece di garantire l'interesse superiore di tutti i cittadini per una serena convivenza civile".

 

L'azione si è svolta cinturando piazza S. Maria Maggiore, quindi gli uomini della questura hanno controllato tutte le persone presenti nella piazza, estendendo le attività anche nella vicina piazza Dante e nelle zone periferiche della città, come ad esempio Gardolo.

 

Il risultato dell'operazione ha portato all'identificazione di circa 40 persone: 15 straniere, con 9 di questi accompagnati in questura. Dopo gli accertamenti del caso sono stati emessi 6 provvedimenti di espulsione nei confronti di cittadini extracomunitari, illegittimamente presenti sul territorio dello Stato e sono stati notificati 3 provvedimenti amministrativi.

 

Sempre nel corso della giornata inoltre, la Squadra Mobile ha arrestato un cittadino rumeno, B.A. le sue iniziali, già precedentemente condannato alla pena di reclusione di 4 mesi e 8 giorni di reclusione.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 04:01

I contagi all'interno delle Case di Riposo sono più diffusi rispetto la prima ondata anche se, in alcuni casi, con conseguenze meno gravi. Tra le criticità più sentite c'è la mancanza di personale. "Lo stiamo cercando anche fuori regione ma è molto difficile" spiega Francesca Parolari di Upipa. Massima attenzione anche sulle nuove strutture che da Rsa di transizione diventano Rsa Covid: "Non tutti possono offrire standard come quella di Volano soprattutto per la predisposizione dell'ossigeno"

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 20:42

Una ragazza di appena 16 anni morta e altri 9 giovanissimi sono stati portati negli ospedali di Trento, Rovereto e Tione. Un week end di fine novembre difficilissimo sulle strade trentine, in particolare nelle Giudicarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato