Contenuto sponsorizzato

50 Agenti all'opera, 40 persone identificate e 6 provvedimenti di espulsione

L'azione si è svolta in piazza S. Maria Maggiore, piazza Dante e alcune zone periferiche della città. Il Questore D'Ambrosio: "Non esistono zone di serie A e serie B, l'interesse è garantire la sicurezza dei cittadini"

Pubblicato il - 06 ottobre 2016 - 13:19

TRENTO. Non conosce sosta la prevenzione alla criminalità messa in campo dalle Forze dell'ordine.

 

"I controlli di ieri proseguono nel solco di quanto già intrapreso nei giorni scorsi. L'operazione ha impiegato circa 50 agenti - riferisce Massimo D’Ambrosio, il Questore di Trento - le attività preventive e repressive della Polizia di Stato si estendono in tutta la città perchè non esistono aree di serie A o serie B come si vorrebbe far credere: cerchiamo invece di garantire l'interesse superiore di tutti i cittadini per una serena convivenza civile".

 

L'azione si è svolta cinturando piazza S. Maria Maggiore, quindi gli uomini della questura hanno controllato tutte le persone presenti nella piazza, estendendo le attività anche nella vicina piazza Dante e nelle zone periferiche della città, come ad esempio Gardolo.

 

Il risultato dell'operazione ha portato all'identificazione di circa 40 persone: 15 straniere, con 9 di questi accompagnati in questura. Dopo gli accertamenti del caso sono stati emessi 6 provvedimenti di espulsione nei confronti di cittadini extracomunitari, illegittimamente presenti sul territorio dello Stato e sono stati notificati 3 provvedimenti amministrativi.

 

Sempre nel corso della giornata inoltre, la Squadra Mobile ha arrestato un cittadino rumeno, B.A. le sue iniziali, già precedentemente condannato alla pena di reclusione di 4 mesi e 8 giorni di reclusione.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 gennaio - 05:01

Una riforma che viene presentata e spiegata tra le elezioni amministrative. Magari un sindaco può anche essere d'accordo e un successore potrebbe trovarsi a incassare un iter iniziato da altri. Poi c'è la partita operatori. Tra scorporazioni e nuovi assetti si ipotizza uno spezzatino per arrivare a 10 Aziende per il turismo. Il punto di partenza sono 15 Apt e 5 Consorzi Pro loco. Il rischio è di non soddisfare nessuno e vedere nascere Pro loco ovunque

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato