Contenuto sponsorizzato

"Adesso basta, si procederà di prassi alla denuncia", la Provincia a Trentino trasporti dopo l'aggressione all'autista

Linea dura contro maleducati e delinquenti sugli autobus. Mercoledì sera l'autista del 17 è stato insultato e ha ricevuto uno sputo in volto da un passeggero per essersi rifiutato di partire dopo che l'utente aveva dichiarato di non voler fare il biglietto. La Fisal ha chiesto di blindare ermeticamente le cabine di guida. La Cisl ha proposto alle altre sigle sindacali di costituirsi parte civile

Di Luca Pianesi - 24 febbraio 2017 - 19:35

TRENTO. "Quella della denuncia di fronte a fatti di reato contro gli autisti deve costituire abitudine aziendale". Questa la richiesta della Provincia inoltrata oggi a Trentino trasporti. Come dire: "Adesso basta, si proceda con la linea dura". Quanto accaduto mercoledì sera sulla linea 17, evidentemente, è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. In passato si erano già verificate aggressioni ad autisti di Trentino trasporti, ma quanto ha dovuto subire quello che è stato preso a insulti e ha ricevuto un orribile sputo in pieno volto da un passeggero che si rifiutava di pagare il biglietto ha tracciato un solco. Da ora in poi nulla verrà più perdonato a maleducati e delinquenti.

 

Già ieri, dopo che avevamo dato notizia di quanto accaduto, la Faisa Cisal chiedeva la blindatura ermetica della cabina di guida e "la rimozione dell'obbligo di arrestare l'autobus finché l’utente non abbia regolarizzato la propria posizione o deciso di abbandonare il mezzo. Comportamento integerrimo sì - scriveva - ma con le dovute tutele, garanzie e sicurezze". L'autista, infatti, accortosi che il passeggero non aveva né abbonamento né biglietto gli aveva ricordato che poteva farlo a bordo (la linea 17 è una di quelle sperimentali dove si sta attuando questa procedura) e quando questi gli aveva risposto dicendogli di partire, che lui non lo avrebbe fatto e che, in caso, avrebbe pagato la multa se lo beccavano i controllori, si era rifiutato di partire. Come da ordine di servizio. 

 

Immediata anche la presa di posizione della Fit Cisl che tramite il segretario Massimo Mazzurana ha comunicato che: "In merito al vile episodio accorso al collega del servizio urbano di Trento sulla linea 17 al quale va tutta la nostra vicinanza come federazione chiederemo alle altre sigle sindacali presenti in azienda di costituirsi insieme a noi parte civile se la vicenda seguirà un iter processuale e giuridico. Crediamo importante dare un segnale in questa direzione in modo unanime per evitare che quanto successo porti un messaggio distorto che tutto è impunito". E mentre Trentino trasporti metteva al sicuro le registrazioni delle telecamere (nel caso si fosse andati per vie legali e le forze dell'ordine avessero voluto indagare per risalire all'autore del gesto) che mercoledì sera hanno registrato il fattaccio e attendeva di capire quale fosse l'intenzione dell'autista la Pat ha deciso di anticipare tutti.

 

In una mattinata convulsa di incontri tra dirigenti e responsabili e sindacati la Pat ha deciso di chiarire a Trentino trasporti la necessità di procedere a denuncia per interruzione di pubblico servizio in relazione a quanto successo mercoledì sera sul 17: il primo passo per eventuali costituzioni di parte civile. E' indubbio, infatti, che oltre al danno ricevuto dall'autista (che comunque ha subito un'aggressione) anche l'azienda in casi del genere riceva una serie di danni: da quelli morali a quelli economici e d'immagine. "Abbiamo chiarito all'azienda - ha spiegato il responsabile trasporti Pat Andreatta - che quella della denuncia di fronte a fatti di reato come interruzione di pubblico servizio, danneggiamento ed altro, deve costituire abitudine aziendale".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 19:58
Trovati 85 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 130 guarigioni. Sono 1.367 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
18 aprile - 19:42
Da domani (19 aprile) in Trentino bar e ristoranti potranno effettuare il servizio ai tavoli all’aperto dalle 5 alle 18. Ecco tutte le nuove [...]
Cronaca
18 aprile - 19:27
E' enorme il cordoglio in Trentino, così come nel mondo del miele e della ristorazione. L'imprenditore è morto all'ospedale Santa Chiara di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato