Contenuto sponsorizzato

Autista si rifiuta di partire perché utente non fa il biglietto, questi lo insulta e gli sputa in pieno volto. Trentino trasporti: "Comportamento del guidatore integerrimo"

Il fatto è avvenuto ieri sera sulla linea 17. L'uomo è salito e alla domanda dell'autista ha risposto che non voleva mettersi in regola e che in caso avrebbe pagato la multa. Il pilota, però, è rimasto fermo costringendolo a scendere. Saltori: "Poi è stato portato al Pronto soccorso per accertamenti. A bordo ci sono le telecamere. Se vorrà fare denuncia lo appoggeremo in tutto e per tutto"

Di Luca Pianesi - 23 February 2017 - 11:10

TRENTO. "Scusi ha l'abbonamento?O il biglietto? Nel caso lo sa che può farlo a bordo?". "Non ho niente e non voglio farlo. Parti e se salgono i controllori pagherò la multa". E' cominciata così, è proseguita con l'autista che ha deciso di rimanere fermo e si è conclusa con insulti, calci al mezzo e un orribile sputo in un occhio ai danni del conducente. E' la descrizione dell'ennesima aggressione ai danni di un autista di Trentino trasporti avvenuta ieri sera all'altezza della fermata dopo Ponte San Lazzero sulla linea 17, quella che da Lavis arriva in Piazza Dante. 

 

Erano da poco passate le 18 (18.06) quando sull'autobus è scattato l'avviso di prenotazione di fermata. Il mezzo, sul quale viaggiavano una ventina di persone, ha accostato e il guidatore ha aperto le porte centrali per far scendere il passeggero e ha fatto salire, come da disposizioni (la linea 17, infatti, è la prima sulla quale è stato attuato il progetto sperimentale di ticket a bordo e obbligo di apertura porte anteriori solo per la salita e centrali solo per la discesa), un altro utente dalla porta anteriore. L'uomo gli è passato vicino senza strisciare abbonamento o obliterate il biglietto alla macchinetta. Al che l'autista, atteso qualche attimo, gli ha chiesto se era in possesso dell'uno o dell'altro e gli ha ricordato che, eventualmente, poteva fare il ticket a bordo. L'uomo, che parlava fluentemente italiano ma aveva un accento dell'est, gli ha risposto che non aveva nessuna intenzione di farlo. "Tu parti - ci racconta il responsabile di Trentino trasporti per il servizio urbano Andrea Saltori - che se salgono i controllori mi pagherò la multa".

 

"L'autista a quel punto è stato perfetto. Integerrimo - prosegue Saltori - gli ha detto che lui da ordine di servizio non poteva partire se non faceva il biglietto e lo ha invitato a scendere, qualora non fosse intenzionato a mettersi in regola, tenendo ben aperta la porta anteriore per facilitargli la discesa. L'uomo a quel punto, tra parolacce e qualche calcio al mezzo gli è passato vicino e gli ha sputato in pieno volto colpendolo nell'occhio. Un gesto schifoso e spregevole". L'autista, comunque, non si è scomposto. Ha condotto l'autobus fino al capolinea di Piazza Dante e lì, assieme a un controllore, è andato all'ospedale per accertamenti. "Poi - prosegue Saltori - dopo le analisi, si è fatto riportare in Piazza Dante e ha ripreso il servizio. Insomma, che dire, è stato davvero bravissimo. Non possiamo che ringraziarlo e, se deciderà di procedere nella denuncia, lo accompagneremo con un esposto mettendo a disposizione delle forze dell'ordine le videoregistrazioni".

 

Già perché a bordo ci sono le telecamere e quindi certi gesti, potenzialmente, potrebbero non restare impuniti. E vista la bravura dell'autista sarebbe un bel segnale che il maleducato venisse "punito". "La sperimentazione dei ticket a bordo proseguirà. Non ci facciamo intimidire - conclude Saltori - adesso è già attiva anche sulla linea 14 e, da lunedì, sui bus navetta". Anche in quei casi l'autista è tenuto a controllare a vista la corretta obliterazione e validazione di biglietti, abbonamenti, carte a scalare dei passeggeri in salita dalla porta anteriore. Sarà anche possibile mettersi in regola attraverso l'acquisto istantaneo in vettura del biglietto a prezzo maggiorato (2 euro), valido fino al capolinea.

 

Sul tema ha già preso posizione David Moranduzzo della Lega Nord: "Alla luce di quanto accaduto, chiediamo che vengano presi dei provvedimenti strutturali seri, per tutelare l'incolumità di tutti gli operatori sui mezzi pubblici cittadini".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 12:39
Nello stato di San Paolo in particolare una buona parte degli ospedali avrebbe esaurito le scorte di sedativi per i pazienti intubati che, secondo [...]
Ambiente
17 aprile - 19:34
Gli attivisti di StopCasteller contro la Giunta Fugatti: “Da mesi la Provincia non diffonde immagini e nasconde deliberatamente aggiornamenti [...]
Cronaca
18 aprile - 09:03
Un'operazione che ha coinvolto 12 province e in tutto sono state sequestrate  5.000 compresse, circa 150 fiale (con altrettante siringhe) e un [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato