Contenuto sponsorizzato

Avevano danneggiato due auto a Ledro, denunciati tre giovani

L'8 agosto due 15enni e un 16enne avevano preso di mira una Fiat Punto e un'Ape distruggendogli i vetri e parte della carrozzeria. L'indagine dei carabinieri ha portato alla scoperta degli autori e alla loro denuncia

Pubblicato il - 23 September 2016 - 17:09

LEDRO. Sono state tre le persone denunciate per danneggiamento dai carabinieri della stazione di Ledro (della compagnia di Riva del Garda) che da tempo si stavano occupando di alcuni episodi di atti vandalici avvenuti in quel centro.

 

Era la sera dell’8 agosto, nella frazione di Tiarno di Sopra, quando i 3 hanno preso di mira una Fiat Punto, di proprietà di un operaio marocchino 44enne che vive e lavora in quel centro, distruggendogli tutti i vetri e parte della carrozzeria. Poi. non contenti, hanno devastato una Ape Piaggio e le due biciclette che erano a bordo, di proprietà di un’insegnante. E, oltre il danno la beffa: i cittadini che hanno subito i danni, di svariate migliaia di euro, non hanno nemmeno potuto rifarsi con l'assicurazione visto che non erano coperti per quel tipo di danneggiamenti.

 

L’attività dei carabinieri ha consentito di individuare come autori del raid vandalico 3 giovani, tutti residenti a Ledro e in teoria “studenti”, un 15enne italiano, un pari età di origine albanese ed un 16enne ivoriano, quest'ultimo definito dalle forze dell'ordine come il “capo banda”, dato che negli ultimi tempi aveva collezionato diverse denunce per reati quali furto e danneggiamento. I tre pare abbiano colpito dopo aver avuto una discussione con il figlio del proprietario dell’Ape e poi avrebbero attaccato la Punto forse perché di proprietà di un testimone.

 

Tutti sono stati deferiti alla procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Trento e dovranno rispondere di danneggiamento in concorso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 February - 05:01

Il Cibio è stato tra i primissimi centri di ricerca in Italia a ipotizzare di sviluppare un vaccino per contrastare Covid-19. I laboratori coordinati da Pizzato e Grandi erano arrivati, anche piuttosto velocemente, a chiudere la fase pre-clinica. Poi a luglio ci si è fermati per l'impossibilità di raccogliere un finanziamento di un paio di milioni: "Ci sarebbe un modo anche per comprendere nel prodotto l’efficacia contro specifiche varianti del virus"

26 February - 20:08

Sono 211 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 38 pazienti sono in terapia intensiva. Oggi 1 decesso. Sono 87 i Comuni che presentano almeno una nuova positività

26 February - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato