Contenuto sponsorizzato

Cia: "Prostituzione maschile anche in Trentino"

L'esponente di Agire lancia l'allarme e interroga la Giunta. La Lila: "Ricordiamoci che sono loro le vittime".

Pubblicato il - 11 agosto 2016 - 19:57

TRENTO. Claudio Cia lancia l'allarme: "Ragazzi stranieri poco più che ventenni che vendono il loro corpo in cambio di denaro a Trento e Rovereto. La prostituzione maschile, fenomeno non certo diffuso in Trentino, è purtroppo una realtà".

 

Il consigliere provinciale di Agire, attraverso un'interrogazione, chiede alla Provincia "di intervenire per arginare quella che sembrerebbe una degenerazione della tanto decantata integrazione in salsa trentina". Maschi stranieri sarebbero stati segnalati, secondo il consigliere, nella zona dei Murazzi, poco prima di Rovereto, e in via Brennero a Trento, pronti ad elargire "prestazioni sessuali agli automobilisti di passaggio".

 

Per la Lila di Trento, che attraverso il progetto L'Aquilone di prostituzione si occupa ormai da anni con l'unità di strada attiva sul territorio provinciale, "il fenomeno della prostituzione maschile non è ad oggi visibile in Trentino".

 

Gli operatori della Lila non escludono però che anche a Trento si manifesti questa realtà, presente in altre aree del Paese. "E' nell'ordine delle cose: le organizzazioni criminali si inseriscono sfruttando ogni occasione, e la situazione di disagio che vivono i profughi può essere terreno fertile".

 

Quindi, secondo l'organizzazione che ogni notte è sulle strade per promuovere la riduzione del danno e favorire l'uscita dalla condizione di sfruttamento, "anche questo tipo di prostituzione sarebbe frutto della criminalità organizzata". I ragazzi che si prostituiscono, quindi, "sono le vittime - conclude la Lila - è sempre bene ricordarlo". 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 10:44

Mentre in Trentino aumentano i contagi, sul fronte scuola il presidente Fugatti ha espresso la volontà di discostarsi rispetto al Dpcm evitando di riconvertire le scuole superiori per il 75% alla didattica a distanza. Ma altre sono le criticità intraviste dai docenti, tra cui la mancanza dell'obbligo di indossare la mascherina in classe. Pubblichiamo a riguardo una lettera di un insegnante. "E' la causa di questo aumento vertiginoso dei casi"

27 ottobre - 12:54

Una donna 80enne è stata trovata uccisa in un appartamento di via Resia, a Bolzano. A trovare il corpo, la badante, giunta sul luogo come ogni mattina per offrire i suoi servizi alla coppia. Accanto al cadavere, il marito di 82 anni, indagato come probabile responsabile e che, per lo choc, ha tentato di togliersi la vita

27 ottobre - 11:49

Continuano a crescere i numeri dei contagi da Coronavirus in Alto Adige, dove nella giornata di martedì 27 ottobre si registra un indice contagi/tamponi decisamente alto (13,66%). Con un nuovo decesso, la cifra delle vittime avute da inizio pandemia sale a 300

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato