Contenuto sponsorizzato

Controlli sulle piste, "beccato" un maestro abusivo e sanzionati quattro non in regola

Ascione: "I controlli della polizia di questi giorni sulle piste servono a garantire il rispetto delle regole e quella qualità necessaria per l’insegnamento delle tecniche sciistiche, fondamentale per vivere questo sport in modo sicuro e divertente"

Pubblicato il - 08 March 2017 - 11:37

TRENTO. Maestri di sci stranieri pizzicati sulle piste senza autorizzazioni. Sono stati più di 350 i maestri, prevalentemente stranieri, controllati dal personale della polizia in servizio di sicurezza e soccorso in montagna sulle piste da sci nelle località sciistiche più note del Trentino e, alla fine delle tante verifiche, sono state emesse una denuncia e quattro segnalazioni con sanzione pecuniaria.

 

La denuncia è stata spiccata a un maestro di sci abusivo che nel comprensorio di Campiello Passo Sella, pur avendo la sola abilitazione allo sci nordico (sci di fondo), stava insegnando la tecnica dello sci alpino. Le segnalazioni, fatte alla Provincia, invece, sono state quattro ad altrettanti maestri di sci stranieri che "esercitavano" senza essere in possesso della dichiarazione preventiva per l’esercizio temporaneo di maestro di sci in provincia di Trento.

 

Per questi, due dei quali erano a Madonna di Campiglio, è scattata la sanzione pecuniaria. "I controlli di questi giorni - commenta il vicequestore Salvatore Ascione - non sono soli destinati al rispetto della normativa che disciplina i titoli per l’insegnamento dello sci, ma, cosi come voluto dal questore D’Ambrosio, hanno lo scopo di garantire quella qualità necessaria per l’insegnamento delle tecniche sciistiche, fondamentale per vivere questo sport in modo sicuro e divertente".  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 January - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

16 January - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 January - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato