Contenuto sponsorizzato

Dalla wifi nelle circoscrizioni al completamento del nuovo canile, ecco i lavori pubblici in città. Gilmozzi: "Nessuna opera è rimasta incompiuta"

Entro fine anno sarà concluso il nuovo canile alla Vela. Nel 2016 sono stati aggiudicati 22 milioni di euro di lavori. Gilmozzi: "Tempi lunghi solo per il Tempio crematorio a causa di un ricorso e della burocrazia"

Pubblicato il - 13 July 2017 - 06:20

TRENTO. Dalla palazzina uffici di via Bronzetti conclusa a primavera e quella in via San Giovanni Bosco che sarà finanziata quest'estate. Ci sono poi i tanti edifici scolastici, dalla Vela a Meano, da via Maccani a Cognola. E poi ancora gli edifici storici, con il restauro della Torre civica, che dovrebbe iniziare a fine anno. Non mancano gli interventi per l'estensione della rete wi-fi o la sistemazione della videosorveglianza nelle circoscrizioni di Meano, Mattarello, Povo, Villazzano e Sardagna.

 

Cantieri pubblici già terminati, in fase di realizzazione oppure programmati. A presentarli è stato l'assessore comunale Italo Gilmozzi che ha voluto ricordare come l'unico lavoro che ha portato dei ritardi è quello che riguarda la costruzione del Tempio crematorio. Un prolungamento dei tempi dovuto soprattutto ad un ricorso e al surplus di richieste e documentazione necessari. “Si dice sempre che ci troviamo in una situazione con poche disponibilità finanziarie. Ma da parte del Comune di Trento non sono mancati gli investimenti” ha affermato l'assessore.

 

 

Numerosi gli interventi riguardanti le scuole e il riordino patrimoniale con il rientro di diversi affitti.

 

Dal punto di vista delle sistemazioni viabilistiche, sono sette le piste ciclabili portate avanti, alcune delle quali sono ormai concluse (Argine destro dell'Adige, via Maccani) o lo saranno a breve (Piedicastello, piazza Centa - via Fratelli Fontana).

 

Per quanto riguarda lo sport, molto attesa da tutti gli appassionati di atletica è la pista indoor prevista al campo Coni che vedrà l'inizio lavori in autunno). Continua anche l'ammodernamento delle reti di illuminazione pubblica, con l'obiettivo di migliorare l'illuminazione di strade e piazze prestando attenzione anche al risparmio energetico.

 

Tra le novità di quest'anno, l'estensione della rete wi-fi gratuita nelle Circoscrizioni, in corso a Gardolo, Ravina-Romagnano e sulla collina dell'Argentario e di prossima realizzazione a Meano, Mattarello, Povo, Villazzano, Sardagna. Opere di interesse generale per offrire nuovi servizi ai cittadini.

 

Entro fine anno, inoltre, saranno terminati i lavori per il nuovo canile in località Vela. La struttura potrà ospitare un centinaio di animali. Il costo del progetto è di circa 600 mila euro a chi si aggiungono circa 300 mila euro per l'implementazione del canile.

 

“Ad oggi – è stato spiegato dai tecnici – il Comune di Trento non ha opere incompiute. E' stato già dato in appalto o iniziato a progettare quello che era stato previsto. Per il 2016 sono stati aggiudicati 22 milioni di euro di lavori”.

 

Per quanto riguarda i tempi, il Comune di Trento è riuscito a ridurre quelli che intercorrono tra l'invito alle ditte a partecipare ai bandi all'aggiudicazione arrivando a 49 giorni per quanto riguarda gli interventi al di sotto dei 500 mila euro e 135 giorni per quelli al di sopra. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 February - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 February - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
24 February - 19:30

Il presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti ha fatto il punto sulla situazione dei vaccini in Trentino. "Il programmo lo facciamo sulla base delle dosi consegnate. Con queste e quelle che si prevedono, nei primi 10 giorni di aprile dovremmo aver finito con gli over80"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato