Contenuto sponsorizzato

Il Fiore Lunare trasloca, nuova vista sul Bondone e Muse

L'opera scultorea di Cesarina Seppi rientra nel piano dell'amministrazione di completamento del parco con opere d'arte e risponde anche all'esigenza di sicurezza e spazio: piazza Battisti ormai è un punto di riferimento della vita cittadina

Pubblicato il - 06 October 2016 - 09:37

TRENTO. Il "Fiore Lunare" cerca casa e si trasferisce da piazza Battisti al parco delle Albere. L'opera scultorea di Cesarina Seppi, donata al Comune di Trento nel 2002, sarà inoltre oggetto di manutenzione e lo spostamento ha una duplice finalità. 

 

La nuova collocazione rientra infatti nel piano dell'amministrazione di completamento del parco con opere d'arte e risponde anche all'esigenza di sicurezza e spazio: piazza Battisti è sempre più spesso teatro di eventi culturale e di promozione turistica che richiamano un notevole pubblico e non risulta più l'ambiente ideale per valorizzare un'opera di grandi dimensioni, che troverà quindi una più adeguata accoglienza nel parco accanto al Muse.

 

 

Oltre alle esigenze di spazio, si aggiunge il fatto che nel corso degli anni sono state raccolte diverse osservazioni riguardanti l'aspetto della sicurezza collegata alla presenza della scultura nella piazza, che hanno evidenziato come le sue dimensioni, e in particolare la forma, non permettono alle persone diversamente abili, soprattutto non vedenti, di rilevare adeguatamente la presenza dell'ostacolo, che diventa così un potenziale pericolo.

 

Questo stesso discorso vale anche per i bambini, che sono tentati di utilizzare l'opera come un gioco su cui salire, mettendo a rischio la loro incolumità, ma anche la salvaguardia dell'opera stessa.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 December - 07:01

L'assessora Stefania Segnana ha rassicurato che appena possibile, e compatibilmente con l'emergenza Covid-19, il servizio verrà riattivato. Ioppi: "Non si può aspettare nella migliore delle ipotesi l'ultimo momento per intervenire. In questo modo si sovraccaricano ulteriormente gli operatori". Fugatti risponde al Patt: "Trovare novelli difensori degli ospedali di valle, quando sappiamo benissimo quanto è stato fatto in 15 anni, ci fa un po' sorridere"

02 December - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 December - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato